Nicholas Ravaioli scomparso 12 anni fa, il nonno: “Trovatelo e posso morire felice”

·1 minuto per la lettura
Nicholas Ravaioli scomparso nonno
Nicholas Ravaioli scomparso nonno

Nuovo appello da parte del nonno di Nicholas Ravaioli, il ragazzo appena diciottenne scomparso 12 anni fa mentre era in casa sua a Forlì: l’anziano ha affermato che “se potessi vederlo adesso sono disposto a morire subito dopo averlo abbracciato, contento e felice.

Nicholas Ravaioli scomparso: l’appello del nonno

Attraverso i microfoni della trasmissione di Rai3 Chi l’ha visto?, l’uomo ha dichiarato che rivedere il nipote sarebbe la soddisfazione più grande della sua vita. “Io mi auguro solo che prima o poi si faccia vivo con un segnale, un recapito dove poterlo trovare e andarlo a prendere così lo potrei vedere prima di chiudere gli occhi” ha dichiarato commosso consapevole che non gli rimane molto tempo da vivere.

Il suo rammarico e rimorso che lo accompagna, ha aggiunto con le lacrime agli occhi, è quello di non aver mai capito i suoi problemi pur portandolo a scuola ogni giorno.

Nicholas Ravaioli scomparso, l’appello del nonno: la vicenda

La scomparsa di Nicholas risale al 17 giugno del 2009 quando, pur avendo la febbre e non sentendosi bene, il ragazzo uscì di casa per non ritornare mai più. In quel momento la madre era uscita per comprargli le medicine e in casa c’era solo la nonna.

Dopo decine di chiamate andate a vuoto, quel giorno al suo cellulare rispose un uomo con voce alterata e accento straniero che disse alla madre del giovane di averlo ricevuto da un passante. Una delle ipotesi è che fosse entrato in brutto giro dato che aveva già avuto problemi di droga in adolescenza. L’ultimo avvistamento risale a qualche mese dopo la scomparsa da parte di una zia che lo ha incrociato per caso mentre lui era in auto con un’altra persona. Poi più nulla.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli