Nicola, il bambino portato in ospedale: «Sta bene»

·1 minuto per la lettura
nicola tanturli
nicola tanturli

Dopo essere stato ritrovato nei boschi del Mugello nella mattinata del 23 giugno, il piccolo Nicola Tanturli è stato trasportato in elisoccorso presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze per degli accertamenti, anche se per il momento non sembra versare in gravi condizioni di salute. La stessa struttura sanitaria ha infatti dichiarato che: “Le sue condizioni non destano preoccupazione, ma resterà comunque in osservazione”.

Nicola Tanturli portato in ospedale: “Le sue condizioni non destano preoccupazione”

In una nota l’ospedale ha poi aggiunto che il bambino: “È già stato sottoposto a una prima visita che ha rilevato la presenza di escoriazioni superficiali, ma le sue condizioni generali non destano particolari preoccupazioni. Il piccolo verrà comunque trattenuto in osservazione in attesa di completare gli ultimi accertamenti”.

Nel frattempo il comandante della stazione dei carabinieri di Scarperia Danilo Ciccarelli, che per primo ha soccorso il bambino, ha dichiarato: Non ho avuto l’impressione che abbia trascorso lì la notte, secondo me c’è arrivato tramite il bosco, perché secondo me la strada da fare era più agevole”. Secondo il militare infatti, appare improbabile che il piccolo abbia dormito in fondo alla scarpata, poiché: L’erba non era schiacciata, non aveva fatto un giaciglio. Secondo me si è mosso”.

Nicola Tanturli portato in ospedale: tutto il paese in festa per il ritrovamento

A seguito del ritrovamento del bambino la piccola località di Palazzuolo sul Senio si è unita in un grande momento di gioia, come riferisce anche il parroco don Alessandro Marsili: “Tutto il Paese è esploso in una grande gioia, qualcuno ha detto che è stato un miracolo. C’è stata un’ampia mobilitazione civile e di tante associazioni nelle ricerche. Proprio qui davanti alla chiesa è atterrato l’elicottero che lo ha preso per portarlo in ospedale e tutti i bambini del centro estivo sono corsi nel piazzale gridando ‘Nicola! Nicola!'”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli