Nicola Pisu: "Mi drogavo e rubavo, mia madre mi ha salvato"

Nicola Pisu
Nicola Pisu

Ospite a I Fatti Vostri Nicola Pisu, figlio di Patrizia Mirigliani, ha svelato per la prima volta alcuni retroscena del suo passato oscuro, tra furti e problemi con la droga.

Nicola Pisu: i furti e la droga

Il figlio di Patrizia Mirigliani, Nicola Pisu, non ha fatto segreto di aver avuto un passato difficile e di aver subito problemi per via della sua assunzione di droghe e dei furti da lui compiuti in casa al fine di acquistare sostanze. A I Fatti Vostri Pisu ha confessato di aver subito bullismo quando era a scuola e ha anche aggiunto che avrebbe iniziato ad abusare di sostanze una volta compiuti 18 anni.

“Con la droga ho iniziato quando avevo 18 anni appena compiuti, frequentavo persone più grandi di me, inizialmente ho detto di no, poi ho ceduto e ho provato, era cocaina. Quando si è dipendenti della droga la vita non cambia subito; i primi tempi riesci a gestire il tutto, fai tutto ciò che vuoi, quando entri nel vortice non ne esci più, manchi al lavoro, non vai agli appuntamenti, non fai più niente”, ha confessato.

A salvarlo, a suo dire, sarebbe stata la madre, che dopo anni avrebbe deciso per disperazione di denunciarlo alle forze dell’ordine. Nicola si trovava fuori casa quando avrebbe ricevuto la chiamata della questura che gli imponeva di restare distante da casa per almeno 500 metri.

“Inizialmente sono stato anche per strada, poi una persona mi ha aiutato e poi dopo mesi si sono ripresi i rapporti con mia mamma molto lentamente. Ci ho messo un po’ a capire il valore di quanto fatto da mamma perchè la rabbia era tanta. E’ stato bellissimo ritrovarsi, indescrivibile, era un anno e 4 mesi che stavo fuori di casa completamente, era il paradiso. Mia mamma mi ha salvato, le voglio un mondo di bene, mi fa male averla fatta soffrire”, ha confessato Pisu in merito al periodo più oscuro della sua vita.

Oggi l’ex volto del GF Vip sembra aver ritrovato finalmente un equilibrio e i rapporti con sua madre, nonostante le difficoltà vissute in passato, sarebbero più che buoni.