Nicola Zingaretti: "Apriamo una fase nuova, un'altra Italia è possibile"

Angelo Amante

Un grande schermo con la scritta "Rigenerazione Italia" domina il palco dell'auditorium Antoniano di viale Manzoni, a poche centinaia di metri dal Colosseo. Nel silenzio della sinistra, qualcuno batte un colpo. Un gruppo di 800 giovani prova a mettere ordine nella confusione che impera tra i progressisti dalla notte del 4 marzo. Dalla sconfitta elettorale in poi, nel Pd e in tutta la sinistra è stato un susseguirsi di conte e di polemiche sugli assetti interni. Nel frattempo, il progetto di governo Lega - 5 Stelle prendeva corpo. "Non abbiamo invitato parlamentari ai 12 tavoli tematici del pomeriggio. È stata una scelta precisa", dice il fondatore della fondazione "Cultura Democratica" (una rete di 10 mila persone) Federico Castorina, organizzatore dell'evento. Non è più tempo di lezioni da parte della classe dirigente. Ne sono convinti i partecipanti, tutti tra i 18 e i 35 anni, che hanno affollato la platea del centro eventi.

Non c'è spazio, all'Antoniano, per i ragionamenti sull'opportunità o meno di un congresso anticipato, per le liti sulla reggenza del partito, per le dinamiche di potere tra le correnti. Nicola Zingaretti è stato l'unico alto esponente del Pd a presentarsi oggi, "perché era l'unico invitato", precisano gli organizzatori. L'unico che il 4 marzo, mentre la sinistra franava, ha vinto la sua battaglia, riconquistando la presidenza del Lazio. Zingaretti suona la carica e tenta di tracciare una nuova rotta. A partire dall'Ue, già entrata in rotta con la nuova alleanza grillo-leghista:"Dobbiamo rilanciare non la difesa di qualcosa che non ci piace, ma raccogliere 100 milioni di firme dei cittadini europei per chiedere, subito, l'elezione diretta del presidente degli Stati Uniti d'Europa".

La musica dei Coldplay e altre famose canzoni pop risuonano tra le pareti del centro congressi, mentre i giovani partecipanti, quasi tutti in camicia e giacca, scorrono le notizie sui loro tablet e cellulari. Sono giovani dall'aspetto curato, simili a...

Continua a leggere su HuffPost