Nicola Zingaretti: "Lockdown? Se non rispettiamo le regole finiamo lì"

·Giornalista, HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Images)
(Photo: Mondadori Portfolio via Getty Images)

“Non escludo nulla”. Così Nicola Zingaretti, segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, in collegamento video con l’evento ‘Riparte l’italia - insieme per ricostruire’ in corso a Bologna risponde a una domanda di Luca Telese su un eventuale nuovo lockdown. “Se non rispettiamo regole andiamo a finire lì”, sottolinea Zingaretti.

“Noi inizieremo a sperimentare nelle scuole il test salivare - aggiunge Zingaretti -, stiamo aspettando la validazione dello Spallanzani”.

“Se vogliamo tenere aperte le scuole e le università è molto importante quello che si fa dentro questi luoghi, ma è anche molto importante la movida notturna, continuare a stringere i denti e non affollare le metropoli di eventi di massa che sono possibili focolai. Se dobbiamo costruire una gerarchia, la prima da salvaguardare, e sono d’accordo con il presidente Conte, è la scuola e l’università”, ha aggiunto il leader del Pd e governatore del Lazio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli