Nicole Kidman e quella paura del teatro

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Nicole Kidman arrives at the 26th annual Screen Actors Guild Awards at the Shrine Auditorium & Expo Hall on Sunday, Jan. 19, 2020, in Los Angeles. (Photo by Jordan Strauss/Invision/AP)
Nicole Kidman arrives at the 26th annual Screen Actors Guild Awards at the Shrine Auditorium & Expo Hall on Sunday, Jan. 19, 2020, in Los Angeles. (Photo by Jordan Strauss/Invision/AP)

Può un'attrice pluripremiata nel cinema avere l'ansia da palcoscenico? Certo: lo testimonia Nicole Kidman in una recente intervista. L'attrice australiana, nel podcast “The Two Shot”, ha dichiarato di aver sofferto di una paura 'debilitante' prima di andare in scena in occasione dello spettacolo “Photograph 51”. L'opera - di Anna Ziegler e con la regia di Michael Grandage - fu rappresentato al Noël Coward Theatre di Londra nel 2015.

“È stato terrificante - ha detto Nicole Kidman nel podcast - ma alla fine ero molto soddisfatta, anche se ho provato la peggior paura immaginabile. È stato debilitante per me, ma non al punto di non riuscire più ad andare avanti”.

Sarà stata la lontananza dal teatro (l'ultima volta fu nel 1998), o la presenza di ben 900 spettatori, ma la Kidman ha detto di aver provato una sensazione inedita: “Non era come me lo ricordavo. Mi dicevo che dopo due settimane sarebbe passata, ma non è stato così. Non so se fosse l'età o una questione ormonale, ma sentivo che c'era qualcosa, ed è stato molto brutto”.

“Sono riuscita ad andare avanti - ha concluso l'attrice, vincitrice del Premio Oscar nel 2003 - e ho fatto otto spettacoli a settimana. E una volta finita ho amato tutto questo”.

VIDEO - Nicole Kidman scartata per «Notting Hill»