Niente vaccini made in Italy fino all'autunno

Gabriella Cerami
·Politics reporter, L'Huffington post
·1 minuto per la lettura
Vaccini Italia (Photo: Getty)
Vaccini Italia (Photo: Getty)

Le aziende italiane sono pronte a produrre il principio attivo del vaccino contro il Covid entro 4-6 mesi, ma forse ne possono servire anche otto. Nell’attesa che ciò avvenga l’Italia parteciperà al progetto europeo per il rafforzamento della produzione. Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha riunito allo stesso tavolo il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi, il direttore generale Enrica Giorgetti, il direttore centro studi Carlo Riccini, il presidente dell’Aifa Giorgio Palù, il commissario per l’emergenza Paolo Figliuolo e il sottosegretario alla presidenza Franco Gabrielli per studiare un piano di produzione che porti all’immunizzazione e al recupero dei ritardi fino ad ora accumulati.

Durante l’incontro è stata ribadita la disponibilità di alcune aziende a produrre i bulk, ossia il principio attivo e gli altri componenti del vaccino anti Covid, perché già dotate, o in grado di farlo a breve, dei necessari bioreattori e fermentatori. La produzione potrà avvenire a conclusione dell’iter autorizzativo da parte delle autorità competenti, in un tempo stimato di 4/6 mesi. È stato anche appurato che ci sono le condizioni immediate per avviare la fase dell’infialamento e finitura. Molte aziende sarebbero già pronte a partire “grazie all’eccellenza produttiva dell’Italia”, come viene scritto in una nota. È stato anche dato mandato dal ministro ai diversi rappresentanti presenti “di procedere all’individuazione di contoterzisti in grado di produrre vaccini entro autunno del 2021”. Ma sulle aziende che saranno coinvolte vige il masso riserbo.

Tuttavia facendo una ricognizione tra le regioni italiane è possibile immaginare quali siano le aziende in lizza poiché posseggono un bioreattore. Lo ha la Gsk di Rosia (Siena), ma non è per il vaccino anti-Cov...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.