Nigeria, Amnesty e' il momento di inchiodare Shell a giustizia -2-

vgp

Roma, 10 feb. (askanews) - "Shell ha iniziato l'annocon un altro tentativo di ripulire la sua immagine nel contesto della crisi climatica, cercando di presentarsi come il futuro dell'energia proprio mentre il pianeta sta bruciando. Questa costosa manovra di pubbliche relazioni non deve distogliere l'attenzione dal fatto che Shell si trova ad affrontare un anno di processi senza precedenti per le attività svolte in Nigeria", ha dichiarato Mark Dummett, direttore del programma Imprese, sicurezza e diritti umani di Amnesty International.

"Il modello di business adottato ha permesso a Shell di trarre vantaggio dai punti deboli del sistema giuridico e normativo nigeriano, procurando danni alla vita e ai mezzi di sussistenza delle persone mentre i profitti continuano ad affluire verso le sedi europee. Un giusto passaggio a un'energia pulita significa anche garantire che coloro che hanno inquinato rispondano dei danni causati in passato", ha aggiunto Dummett.

Il nuovo rapporto di Amnesty International si basa su interviste a vari rappresentanti delle comunità del Delta del Niger circa l'incessante impatto dell'inquinamento e delle fuoriuscite di petrolio.

(Segue)