Nigeria, liberate 19 donne incinte in "fabbriche di bambini"

Sim

Roma, 30 set. (askanews) - La polizia nigeriana ha liberato 19 donne incinte durante un'operazione condotta a Lagos contro le cosiddette "fabbriche di bambini".

Secondo quanto riportato dai media nigeriani, le donne, di età compresa tra 15 e 28 anni, erano state sequestrate "con l'intento di metterle incinte e vendere poi i bambini", dopo essere state attratte in città con la promessa di un lavoro. I loro bambini sarebbero stati venduti a 1.400 dollari, se maschio, o a 830 dollari, se femmina. La polizia ha arrestato due donne.