Nigeriano aggredito ad Anzio, Pm non contesta odio razziale

Nav

Roma, 23 set. (askanews) - Gli inquirenti della Procura di Velletri hanno chiesto la convalida del fermo per il giovane di 18 anni che, insieme a un suo amico minorenne, ha aggredito sabato, a bastonate, un migrante nigeriano, nella zona della stazione ferroviaria di Anzio. Le contestazioni rubricate sono quelle di lesioni aggravate dall'utilizzo di strumenti atti a offendere. Non è invece contestata la discriminazione razziale. Come invece pure era stato ipotizzato in un primo momento da alcuni organi di stampa. Il nigeriano ha riportato lesioni compatibili con sette giorni di prognosi.