Nike in tribunale contro artisti: create scarpe sataniste

·2 minuto per la lettura
nike satan shoes
nike satan shoes

Nike è stata costretta ad ardire vie legali a fronte di uno spiacevole coinvolgimento di uno dei suoi prodotti in un’iniziativa spiacevole. Un modello di scarpe prodotto dal colosso americano, infatti, è stato modificato e rilasciato in serie limitata da un’azienda, senza alcuna approvazione. Le sneakers hanno preso il nome di “Satan Shoes” e hanno persino una goccia di sangue umano sulla suola.

Le “Satan Shoes”

Le “Satan Shoes” sono state realizzate da un collettivo di artisti di Brooklyn MSCHF. Quest’ultimo aveva creato in precedenza anche le “Jesus Shoes, con l’acqua santa nella suola. A collaborare per l’ultima provocatoria iniziativa anche il rapper Lil Nas X, il quale le mostra anche nel video musicale del suo nuovo inedito Montero (Call by your name). Nel filmato in questione il cantante scivola attraverso un palo di pole dance dal paradiso all’inferno con indosso le sneakers. Un riferimento al versetto biblico Luca 10:18, in cui “Satana cade come un fulmine dal cielo”.

Alla base delle “Satan Shoes” (così come delle “Jesus Shoes), ad ogni modo, non c’è altro che il modello Air Max 97 di Nike, il cui numero per l’occorrenza è diventato 666. Totalmente nere con la classica suola ammortizzata dipinta per 60 cm con inchiostro rosso. La particolarità delle sneakers sta tuttavia nel fatto che all’interno di quest’ultimo si trova anche una goccia di sangue, donata dai membri del collettivo di artisti.

La rivolta di Nike

Il problema principale della “Satan Shoes” del collettivo di artisti MSCHF è rappresentato dal fatto che Nike non ha mai dato loro alcuna autorizzazione per effettuare delle modifiche sul modello di sneakers. L’azienda americana, piuttosto, ha avuto danni di immagine rilevanti, in quanto accusata erroneamente di satanismo. È per questa ragione che i produttori sono stati citati a giudizio. Le scarpe in serie limitata, ad ogni modo, sono già andate sold out.