Nissan e.dams sul podio del campionato di e-sport di Formula E

Red

Roma, 3 giu. (askanews) - Al termine della sesta sessione dell'ABB Formula E Race at Home Challenge, il pilota Nissan e.dams Oliver Rowland è salito sul podio di New York, dopo la vittoria messa della scorsa settimana a Berlino.

Partito dalla sesta posizione sul nuovo circuito virtuale di New York - tappa che lo scorso anno ha consegnato alla scuderia la prima vittoria in campionato - Rowland è riuscito a risalire fino al 2° posto, in un'accesa ed emozionante lotta a tre, terminando la gara al terzo posto.

Il compagno di squadra, Sébastien Buemi, autore del successo newyorchese nella quinta stagione, ha concluso le qualifiche e la gara in 8a posizione.

L'ABB Formula E Race at Home Challenge si articola in due griglie e due gare separate: la Driver Grid, composta dai piloti di Formula E, e la Challenge Grid, formata dai sim-racer.

Nella Challenge Grid, l'e-pilota Jan von Der Heyde ha conquistato un'altra medaglia per la squadra: partito come quarto, si è portato quasi subito in seconda posizione, difendendola fino alla bandiera a scacchi.

Il compagno di squadra Niek Jacobs, invece, è partito 17° per poi concludere al 12° posto.

La nuova competizione si ispira alla Formula E, la massima espressione delle gare a zero emissioni nel mondo reale, riportandone il messaggio nella dimensione virtuale. L'iniziativa è in linea con l'obiettivo di "zero emissioni e zero incidenti fatali su strada", uno dei pilastri della Nissan Intelligent Mobility, la visione del brand che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli vengono guidati, alimentati e connessi nella società.

L'ABB Formula E Race at Home Challenge permette di raccogliere fondi in risposta all'appello globale dell'UNICEF contro il coronavirus, aiutando a proteggere la salute e la sicurezza dei bambini di tutto il mondo e garantire loro l'accesso all'istruzione durante la pandemia.

"Considerando che sono partito dal 6° posto, ho fatto una buona gara, che mi ha permesso di salire ancora una volta sul podio. Ho commesso un piccolo errore in qualifica, perciò il piazzamento in griglia non è stato dei migliori, ma me la sono cavata. Mi è dispiaciuto non essere riuscito a battere Pascal Wehrlein, dato che era dietro di me, ma ho sbagliato. Comunque è un ottimo risultato, che contribuirà a sostenere la causa dell'UNICEF", ha detto Rowland.

"Ho finito 8°, che è il mio miglior risultato finora in un campionato virtuale, quindi sono soddisfatto. E sono contento anche che la gara di Oliver sia valsa un podio alla squadra. Sto migliorando passo dopo passo, quindi va bene così", ha dichiarato Buemi.