Nistri: nel 2019 oltre 800 affiliati 'ndrangheta arrestati da Arma

Gci/Ral

Roma, 24 gen. (askanews) - Prosegue sotto l'aspetto dell'ordine pubblico, "l'allerta" delle forze di polizia contro la criminalità organizzata, e questo pur in presenza di una "diminuzione dei reati di maggiore allarme", in tutti i territori della Penisola dal Sud al Nord d'Italia. A sottolinearlo è stato stamane il comandante generale dell'Arma dei carabinieri, generale Giovanni Nistri, intervenuto all'apertura del nuovo anno accademico della scuola ufficiali dei carabinieri, a Roma.

"Lo scorso dicembre - ha affermato Nistri - l'Arma ha concluso un'importante operazione di contrasto alla 'ndrangheta, tra le più significative del 2019, anno che ha registrato l'arresto di oltre 800 affiliati alle realtà criminali maggiormente strutturate e il sequestro o la confisca di beni per oltre 630 milioni di euro".

Lo stesso comandante generale ha poi sottolineato come "l'aggressione ai patrimoni illeciti è parte integrante della cultura investigativa dell'Arma a tutela del tessuto socio-produttivo del Paese. Solo negli ultimi cinque anni - ha poi concluso - abbiamo specializzato 434 unità mentre altre 175 seguiranno nel 2020".