No Green pass, 8 denunciati a Milano. Aggredita cronista a Roma

·2 minuto per la lettura

La Polizia di Stato ha identificato 8 cittadini italiani che saranno deferiti all'Autorità Giudiziaria per la manifestazione che si è svolta ieri a Milano contro l'obbligo vaccinale e il Green Pass nel corso della quale, lungo il tragitto percorso da piazza Fontana alla stazione Fs Porta Genova, un esiguo numero di manifestanti al centro del corteo, incrociato un gazebo di propaganda politica del "Movimento 5 Stelle", ha, prima, intrapreso un confronto verbale con le persone presenti e, poi, rovesciato il banchetto e la relativa copertura. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Green Pass Italia, chi è esente?

Un uomo di 46 anni, con precedenti di polizia per furto, danneggiamento, rissa, inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità e violazione al Foglio di Via, porto d'armi od oggetti atti a offendere, ingiuria, reati al Codice della Strada per investimento e guida sotto l'influenza di alcool, destinatario nel 2009 del Foglio di Via dal comune di Lecco per un anno, e una donna di 34 anni sono stati denunciati dai poliziotti della Digos della Questura milanese per il danneggiamento al gazebo e, ex art. 294 del codice penale, per attentati contro i diritti politici dei cittadini. I poliziotti stessi, in servizio in abiti civili e presenti nelle vicinanze del gazebo, sono tempestivamente intervenuti per ripristinare l'ordine ed evitare ulteriori conseguenze. 

Altri sei uomini, di età compresa tra i 50 e i 62 anni, in base all'art. 18 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, saranno denunciati dalla DIGOS, invece, in quanto hanno palesemente assunto il ruolo di promotori della manifestazione che, come avvenuto nei sabati precedenti, ha avuto luogo senza il necessario preavviso al Questore. 

"Solidarietà alla collega Antonella Alba aggredita ieri sera durante la manifestazione contro il green pass che ha attraversato le strade della città in direzione della sede Rai di Viale Mazzini e alla quale erano presenti esponenti di Forza Nuova. 'Giornalista terrorista!' hanno risposto alcuni di loro alla domanda sul perché stessero partecipando al corteo: poi nel tentativo di strapparle il telefonino hanno causato alcune ferite alla collega. L'episodio non ha avuto peggiori conseguenze grazie alla presenza delle Forze dell'Ordine prontamente intervenute". Lo denuncia il cdr di Rainews24.  

"E' grave - scrive il cdr di Rainews24 - che una giornalista sia aggredita da coloro che usano come slogan "Libertà, Libertà". Sosterremo la Antonella Alba in ogni sede per difendere il lavoro dei giornalisti e il diritto dei cittadini ad essere informati". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli