No green pass, Bassetti propone le 'Mad': "Urlate su Zoom"

·1 minuto per la lettura

"Gli studenti hanno sopportato la Dad. Si possono fare le Mad, le manifestazioni a distanza: vi vedete su Zoom e urlate, ognuno a casa sua". Il professor Matteo Bassetti se la prende con le manifestazioni no green pass che ogni sabato, da settimane, vanno in scena in diverse città italiane, in particolare a Milano. "Le manifestazioni senza alcun tipo di controllo sanitario non sono utili nella lotta al virus", dice Bassetti, direttore della clinica di malattie infettive del policlinico San Martino a Genova, intervenendo a L'aria che tira.

"Non vedo perché in piazza non si facciano le Mad, le manifestazioni a distanza. Ci si vede su Teams, su Zoom e si urla quanto si vuole: ognuno a casa sua. Il diritto a manifestare non è sacrosanto quando c’è in ballo l’incolumità e la sicurezza sanitaria degli altri", dice Bassetti.

"Non vedo perché ogni sabato il centro delle città debba essere prigioniero di una minoranza della minoranza. Il 99% degli italiani non è contrario al green pass, possiamo avere la possibilità di andare in centro? Il problema di queste persone non è schierarsi a favore di qualcosa: sono contro qualcosa, sempre. Oggi è il green pass, domani è una galleria", aggiunge.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli