No Green Pass Roma, Speranza: "Squadrismo inaccettabile"

·3 minuto per la lettura

No Green Pass a Roma, scontri a Piazza del Popolo. La Capitale assediata, i manifestanti hanno lanciato sedie e assediato un blindato delle forze dell'ordine. Erano in 10mila a protestare. La condanna è unanime in primo luogo dal premier Draghi che ha chiamato il segretario Cgil Landini per esprimere la solidarietà del governo per l'assalto di oggi alla sede del sindacato.

"Quanto accaduto durante la manifestazione di Roma è squadrismo inaccettabile" twitta il ministro della Salute Roberto Speranza. "Esprimo la mia solidarietà alla Cgil e alle forze dell'ordine per le violenze odierne".

"L’assalto alla sede della Cgil nazionale è un atto di squadrismo fascista. Un attacco alla democrazia e a tutto il mondo del lavoro che intendiamo respingere. Nessuno pensi di far tornare il nostro Paese al ventennio fascista" afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini.

"Domattina alle 10, davanti la sede della Cgil, - aggiunge il leader del sindacato di Corso d’Italia - è convocata d’urgenza l’assemblea generale della Confederazione per decidere tutte le iniziative necessarie".

"Questi non sono manifestanti, sono delinquenti" scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. "Massima vicinanza alle Forze dell’Ordine. Basta con questa violenza inaudita, basta strumentalizzare i vaccini e il green pass: stanno salvando vite umane ed evitando nuove chiusure. Con la salute dei cittadini non si scherza. La politica condanni, senza se e senza ma. Non devono esserci dubbi: la vita è una cosa preziosa".

“Esprimere le proprie opinioni e manifestare pacificamente è legittimo, usare la violenza invece no" dice il presidente della Camera Roberto Fico. "Le manifestazioni squadriste di questi minuti in centro a Roma sono inaccettabili e vanno condannate con forza". "Voglio inoltre dare la vicinanza mia e di Montecitorio alla Cgil per le intimidazioni subite e gli atti di violenza”.

"Ho chiamato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, per esprimergli la solidarietà e la vicinanza in seguito all'inquietante episodio avvenuto nel pomeriggio ai danni della sede nazionale del sindacato. La violenza e le ambiguità di chi pensa di lucrare sulla pandemia non possono essere tollerate. Ne va della tenuta della nostra democrazia. Dobbiamo difendere i valori della nostra Repubblica democratica dai fascisti e da chiunque pensi di oltraggiarli". Ad affermarlo in una nota è il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando.

"Mi auguro che tutte le forze politiche e sociali del Paese si uniscano di fronte alle prevaricazioni e alle violenze cui stiamo assistendo oggi nella Capitale. Con l’attacco alle sedi sindacali si aprì nella storia del nostro Paese uno dei suoi capitoli più foschi e drammatici. Non consentiremo in alcun modo che questo si ripeta", sottolinea Orlando.

"Le derive violente della manifestazione di Roma contro il green pass sono davvero molto preoccupanti. Scontri con la polizia, strade bloccate e addirittura l’assalto alla sede della Cgil". Così il leader M5S, Giuseppe Conte, su Fb. "Quella di oggi a Roma è la pagina di uno squadrismo pericoloso e violento. Manifestare il proprio dissenso è legittimo, avere dubbi e paure comprensibile, usare la violenza è inaccettabile".

"Ho chiamato Maurizio Landini per esprimere tutto il nostro sdegno e la nostra completa solidarietà alla Cgil. Dobbiamo reagire subito, non bisogna lasciare nessuno spazio alla violenza fascista" twitta il segretario del Pd, Enrico Letta. "Solidarietà alla Cgil e alle forze dell’ordine per gli attacchi squadristi di oggi. Inaccettabile quel che sta accadendo. Il Paese tutto risponda unito a queste degenerazioni intollerabili".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli