No Tav, presidio davanti a sede Telt a Torino

Presidio di protesta organizzato dal Comitato No Tav-Torino&Cintura questa mattina davanti alla sede di Telt a Torino. Durante la manifestazione, in preparazione della marcia promossa per sabato prossimo in Valsusa, i partecipanti hanno portato sacchi di smarino proveniente dal cantiere di Chiomonte.

"Telt - sottolineano i manifestanti in una nota - è direttamente responsabile della devastanzione ambientale che si sta attuando in Valsusa, a partire dal cantiere di Chiomonte, per continuare con il nuovo cantiere di San Didero che vedrebbe la costruzione di un nuovo autoporto, come se a Susa non ne esistesse uno più che funzionante".

"Con questa nuova opera, funzionale al Tav Torino-Lione, Telt condanna l'intera valle ad anni di traffico su camion carichi di smarino proveniente dal cantiere di Chiomonte, una minaccia diretta alla salute di tutta la popolazione valligiana e delle città limitrofe", concludono i promotori del presidio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli