No Vax: al vaglio dei pm accusa di associazione a delinquere

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 set. (askanews) - Rischiano l'accusa di associazione a delinquere gli otto "No Vax" del gruppo Telegram "I Guerrieri" indagati dalla Procura di Milano per aver progettato azioni violente da scatenare in occasione delle manifestazioni dei "No green pass" previste nel fine settimana a Roma. L'ipotesi è allo studio dei pm Alberto Nobili e Piero Basilone, i magistrati milanesi titolari delle indagini che ieri hanno portato gli agenti della Digos e della Polizia Postale a effettuare una raffica di perqusizioni tra Milano, Roma, Bergamo, Reggio Emilia, Venezia e Padova.

Gli 8 complottisti e negazionisti sono per ora accusati di istigazione a delinquere aggravata. Secondo gli investigatori, il loro obiettivo era alzare il livello di tensione nei cortei no-vax attraverso azioni violente da compiere con armi ed esplosivi per colpire soprattutto giornalisti e forze dell'ordine. Lo sviluppo delle indagini potrebbe portare i magistrati milanesi a contestare anche il reato associativo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli