No vax e no green pass, proteste contro Rai e media 3 settembre

·1 minuto per la lettura

Rai e mezzi di informazione nel mirino di no vax e no green pass. Segnali di una nuova iniziativa del gruppo Telegram 'Basta Dittatura!', già salito alla ribalta per le minacce a politici e medici. Oggetto delle proteste le sedi Rai di tutta Italia e i mezzi di informazione delle città non capoluogo di Regione. "Appello - si legge nel gruppo - preparazione lista canali di manipolazione da presidiare il 3 settembre: oltre le città con sedi Rai di ogni capoluogo di Regione che sono già nella lista e in cui si presidierà solo la sede Rai. Per le città non capoluogo di Regione: scrivete nei commenti a questo messaggio la sede di tutti i canali di manipolazione presenti nella vostra località".

La giornata di domani, 1 settembre, si annuncia cruciale con proteste annunciate in particolare nelle stazioni. Nel gruppo, però, si profila l'ipotesi di altre iniziative analoghe. "Che ne dite di un blocco treni oltre il 1 settembre alle 14.30, anche il 2 settembre alle 14.30, e il 3 settembre alle 8.00?", scrivono gli amministratori lanciando un sondaggio su chi sia a favore a ripetere giovedì e venerdì l'iniziativa di domani. In pochi minuti, migliaia di persone hanno espresso il loro voto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli