No vax, manifestazioni il 15 gennaio a Milano, Roma e Torino: “Facciamo come in Kazakistan”

·1 minuto per la lettura
Prima manifestazione No Green Pass del 2022 a Torino
Prima manifestazione No Green Pass del 2022 a Torino

I no vax si preparano a tornare nella piazze italiane con una serie di manifestazioni in programma sabato 15 gennaio 2022 in opposizione alle ultime norme varate dal governo in materia di obbligo vaccinale. La Questura ha disposto diverse iniziative per rafforzare i controlli.

Manifestazioni no vax 15 gennaio

Una delle proteste è in programma a piazza San Giovanni a Roma, dove sono attese circa 5 mila persone, mentre le altre si terranno a Milano, Torino, Napoli, Venezia e Palermo. I promotori hanno utilizzato i social network e i canali Telegram per organizzare le manifestazioni non senza toni minacciosi: “Facciamo come in Kazakistan, basta!“.

Non tutti però si sono trovati d’accordo con le modalità di organizzazione, tanto che il no vax Mariano Amici ha fatto sapere che non parteciperà alle proteste. Questo perché gli è stato chiesto un sunto del suo intervento che si è rifiutato di inviare: “Dovrei far vagliare quello che dico sotto il profilo scientifico, da analfabeti, considerato che gli organizzatori non sono medici o altro? Ma stiamo scherzando?“.

Manifestazioni no vax 15 gennaio: presente Montagnier

Sarà invece presente a Milano il virologo Montagnier, come annunciato da Paragone: “Avremo la possibilità sabato di sentire il premio Nobel, sarà con con noi e insieme a lui ascolteremo interventi di Robert Kennedy Junior, di Marco Melandri e del dottor Donzelli che ci parlerà anche lui di come la retorica dominante in tv di fatto sia sbugiardata da quello che comincia a emergere“. Nel corso della manifestazione a Milano ci saranno poi interventi legali che racconteranno “come fronteggiare i deliranti decreti“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli