No vax Milano, c'è anche 'vaccinata solidale': "Io cerniera tra due mondi"

·1 minuto per la lettura

"Non sono assolutamente no vax, sono vaccinata con due dosi e tra poco faccio la terza. Voglio essere una cerniera che unisce due mondi che sono stati divisi artificialmente, vaccinati e non vaccinati". La signora Clara, fasciata in una bandiera della Pace, è voluta tornare in piazza Del Duomo, a Milano, per esprimere solidarietà ai no vax e no green pass che per il 20esimo sabato di fila si sono dati appuntamento sotto la Madonnina per inscenare una protesta. Al collo Clara tiene appeso un cartello con poche parole eloquenti: ‘Sono una vaccinata solidale’.

"Dietro la schiena ho un altro cartello: 'uniti e liberi di scegliere' - dice ai cronisti - perché io mi sono vaccinata liberamente, consigliata dal medico. Mia figlia invece è stata obbligata a farlo, perché non poteva spendere 200 euro al mese guadagnandone 1.200. Questo non va bene. Quindi io dal 15 ottobre col green pass obbligatorio ho iniziato a dire no, non va bene e a venire qui il sabato". Guai però a chiamarla pasionaria no vax. "Non faccio parte di nessun gruppo - sottolinea - non sono neanche sui social. Mi hanno identificata il 20 novembre perché sono rimasta bloccata tra due cordoni". Pioggia o freddo non la spaventano. "Ogni sabato faccio un giro in centro - rimarca - vestita così e mi fermo a parlare con chi ha voglia di farlo, vaccinati e non vaccinati. Il mio messaggio è questo: i due mondi che si abbracciano".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli