Nobel Dmitri Muratov fa una domanda a Putin su “agenti stranieri”

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Sochi, 21 ott. (askanews) - "Mi voglio congratulare con lei per il premio". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin dopo una domanda del premio Nobel per la pace 2021 il giornalista Dmitry Muratov al Valdai Forum. La domanda di Muratov però era critica sulla criticata legge russa sugli agenti stranieri, sotto la quale ricade anche Novaya Gazeta, il quotidiano diretto da Muratov e per il quale scriveva Anna Politkovskaja.

"Questa legge è connessa all'ottenimento di sostegno finanziario dall'estero in relazione con le attività politiche", ha detto Putin dopo un breve botta e risposta con Muratov, pur promettendo di esaminare i criteri vaghi della legge sugli agenti stranieri nella Federazione russa.

Successivamente è intervenuta Margarita Simonian, direttore di RT, media considerato fortemente filorusso e diffuso in diverse lingue, in primis l'inglese. Simonian ha lamentato che negli Usa esiste una legge, a suo dire, peggiore sugli "agenti stranieri", che riguarderebbe lei e la testata da lei diretta e che lei non va negli Usa "perchè temo che mi arrestino".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli