Nobel letteratura senza pace, lasciano due membri esterni comitato

Bea

Roma, 2 dic. (askanews) - Due componenti indipendeti del comitato Nobel, incaricati di vigilare sul rinnovamento del prestigiosissimo ma molto contestato premio per la letteratura, si sono dimessi e uno di loro ha sostenuto che il lavoro per cambiare la cultura dell'Accademia svedese procede troppo a rilento.

L'augusto e misterioso panel dell'Accademia svedese, che ogni anno seleziona il Nobel, è stato costretto a modificare le sue regole dopo che uno scandalo sessuale nel quale era coinvolto il marito di una dei suoi componenti è sfociato in un'acrimoniosa polemica che a sua volta ha provocato una raffica di dimissioni e il rinvio dell'attribuzione del premio per il 2018. Tra le contromisure per ovviare allo sfacelo l'integrazioen nel comitato di un team esterno all'accademia per contribuire alla ricerca dei nomi degli scrittori da premiare.

Dopo l'annuncio della riforma, accompagnato dalla promessa che i nove milioni di corone svedese sarebbero stati attribuiti in un'ottica meno eurocentrica e prona alle controversie, il riconoscimento per il 2019 è andato a Peter Handke, scrittore austriaco duramente criticato in tutto il mondo per aver negato le atrocità commesse dai serbi durante le guerre nell'ex Jugoslavia e per aver partecipato ai funerali del criminale di guerra Slobodan Miloševic.(Segue)