Nobel per la Pace, in pole position accordo su nucleare iraniano

cls/

Oslo, 6 ott. (askanews) - Con lo spettro dei test nucleari nordcoreani che getta la sua ombra sulla capitale norvegese, molti sono pronti a scommettere che quest'anno il Nobel per la Pace, il riconoscimento più prestigioso e atteso della settimana dei Nobel, verrà assegnato allo storico accordo sul nucleare raggiunto nel 2015 tra l'Iran e il Gruppo 5+1.

Il Comitato di Oslo svelerà il nome del vincitore alle 11 (ora italiana) di oggi, scegliendolo tra i 318 candidati di quest'anno. Dopo la sorprendente assegnazione del Nobel per la Pace al presidente colombiano Juan Manuel Santos lo scorso anno, molti commentatori si dicono convinti che nel 2017 sarebbe appropriato un riconoscimento agli sforzi in favore della non proliferazione nucleare.

"Il Comitato del Nobel farebbe una grande sensazione se assegnasse il premio all'accordo nucleare", ha spiegato Asle Sveen, storico del settore. In tal caso il premio potrebbe andare all'ex Segretario di Stato Usa, John Kerry, e al ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, e alla reponsabile della politica estera europea, Federica Mogherini, i tre artefici dell'accordo. "Con la Corea del Nord in questa situazione, è molto importante mostrare appoggio a quelle iniziative che vigilano sullo sviluppo e la proliferazione delle armi nucleari", ha commentato Henrik Urdal, responsabile del Peace Research Institute of Oslo (Prio).

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità