Nobili: 'nuovo' Pd vuole consegnarci a Casaleggio

Rea

Roma, 22 lug. (askanews) - "Vado controcorrente: io credo che dovremmo ringraziare Dario Franceschini per la sua intervista: dopo lunghi mesi di ipocrisie, di detti e non detti, qual è il punto cruciale della discussione nel Pd". Lo scrive su Facebook Luciano Nobili, deputato del Partito democratico e presidente di Sempreavanti.

"Da un lato - spiega - nel Pd c'è chi vuole, ad ogni costo, archiviare definitivamente l'esperienza politica di Matteo Renzi continuando ad attribuirgli responsabilità. E che vuole costruire un dialogo ed un futuro insieme a M5s. Dall'altra c'è chi, come noi, pensa che l'esperienza di governo di Matteo Renzi sia la migliore della nostra storia e che da quelle idee di debba ripartire. Chi pensa che noi non siamo solo incompatibili con M5s ma che siamo e dobbiamo essere i loro più duri avversari. In realtà, questa è la discussione politica intorno alla quale avremmo dovuto svolgere il nostro recente congresso. Ma chi vuole consegnarci alla Casaleggio non ha avuto il coraggio e l'onestá di affrontarla a viso aperto. Perché sanno che per i nostri elettori equivarrebbe a un tradimento insanabile, alla fine della nostra esperienza politica. E allora ci riprovano dal giorno dopo il congresso. Da oggi, grazie a Franceschini, senza più ipocrisie".

"Non solo un rapporto con il M5s era sbagliato ieri, subito dopo il voto, quando con la forza di un consenso elettorale molto alto e con le loro bugie ci avrebbero diviso e distrutto, con la medesima dinamica che Salvini ha utilizzato con loro. Ma quel rapporto sarebbe clamorosamente sbagliato oggi, oltre che incomprensibile per gli italiani. Ma nonostante tutto, vogliono portarci ad un accordo con loro: è questa oggi la vera battaglia nel partito. E dovremo combatterla fino in fondo, oggi più di ieri. #senzadime", conclude.