Noemi Magni, il dolore del padre: “Non te ne andare”

noemi magni

Il dolore della famiglia Magni è tangibile anche da chi è lontano. Noemi, 27 anni, è morta nella notte di domenica 28 luglio 2019 a Fiumicino, travolta da una tromba d’aria. La giovane era uscita di casa qualche minuto prima: a bordo della sua Smart era andata a prendere le sigarette.

Ma una improvvisa e potentissima tromba d’aria si è abbattuta su via Coccia di Morto, scaraventando la vettura sul guard rail e poi oltre un canale di bonifica che scorre a lato della strada. Stando a quanto riportato dal sito fanpage.it, è proprio lì che il padre di Noemi, Franco Magni, ha trovato la figlia.

Noemi Magni, fiaccolata in suo onore

Alcuni testimoni raccontano come Franco Magni abbia fatto di tutto per cercare di salvare la figlia. Urlava “ti prego, non te ne andare” e ai presenti, tra cui il fidanzato di Noemi, Cristiano, ha chiesto di recarsi al suo stabilimento balneare per prendere il defibrillatore. Purtroppo, tutto si è rivelato inutile.

Noemi Magni abitava con la sua famiglia a Focene, frazione di Fiumicino. Lavorava come barista presso lo stabilimento balneare del padre, il Coco Bongo Beach: da poco era diventata chef. Era molto conosciuta nella zona e tutti la ricordano per la sua allegria e disponibilità.

Alla fiaccolata organizzata dal padre in suo onore hanno partecipato moltissimi cittadini per mostrare vicinanza e affetto alla famiglia Magni. Presente anche il sindaco Esterino Montino: “Con questo gesto Focene si dimostra una comunità unita e solidale, in grado di stringersi nei momenti più difficili come la scomparsa di questa giovane donna stimata e apprezzata da tutti”.