Nomine partecipate, Rampelli (FdI): per Gualtieri conflitto interessi

Red-Mpd

Roma, 2 feb. (askanews) - "I poltronisti di professione, dalla sinistra ai 5 Stelle, litigano sui giornali ma c'è il sospetto che la tenuta del governo passi per il risiko delle partecipate di Stato, che vede il rinnovo dei vertici di almeno 400 aziende controllate dal Tesoro. Un boccone ghiotto custodito gelosamente nelle mani del ministro dell'Economia e che la maggioranza - compresa quella a intermittenza rappresentata da Renzi - sarebbe pronta a spartirsi. Fiduciario della torta è lo stesso Gualtieri, candidato del centrosinistra alle suppletive del collegio Roma 1 della Camera e in sfida con il nostro Maurizio Leo candidato del centrodestra. Per il ministro...un conflitto di interessi grosso come una 'poltrona'. Che dicono i grillini così attenti alla trasparenza?"

È quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli vicepresidente della Camera e deputato di Fdi.