"Non ce n'è Coviddi", il commento del cantante Ermal Meta

·1 minuto per la lettura
Ermal Meta commenta il singolo di Angela di Mondello: “Che pena infinita”
Ermal Meta commenta il singolo di Angela di Mondello: “Che pena infinita”

Anche Ermal Meta si aggiunge alla pletora di artisti che hanno commentato il singolo “Non ce n’è Coviddi”, l’ultima creazione del fenomeno social Angela di Mondello, il cui videoclip ha sollevato un nugolo di polemiche nelle ultime ore per gli assembramenti avvenuti durante le coreografie. Sul proprio profilo Twitter, il cantante di origine albanese non ci va leggero con il personaggio televisivo di Angela Chianello, affermando di provare una pena infinita quando la musica finisce in bocca a personaggio di questo tipo.

Angela di Mondello, il commento di Ermal Meta

Nel suo post pubblicato nella giornata del 9 novembre, Ermal Meta scrive: “Povera musica, che finisce in bocca a chi diventa appena famoso per ragioni che con la musica non c’entrano niente. È come vedere uno di 70 anni con una di 20 che si dicono innamorati. Che pena infinita”.

Nel frattempo Angela di Mondello è stata convocata dalla Questura proprio a causa delle immagini del videoclip che erano trapelate nelle ore precedenti, e in cui si può vedere come nessuno dei presenti stesse adottando le minime precauzioni di contrasto al coronavirus, tra cui l’obbligo di mascherina e il distanziamento sociale. Al momento appare dunque molto probabile che sia per lei che per il suo agente possa scattare una denuncia per violazione delle norme anti coronavirus.