"Non chiediamo mica la luna", campagna Msf per accesso farmaci -4-

red/Mgi

Roma, 19 set. (askanews) - "Sapevo che per l'Epatite C c'era una cura costosa e non facilmente disponibile in Ucraina. All'inizio ho partecipato a un programma di cure governativo ma senza successo, poi ho iniziato il trattamento di MSF con nuovi farmaci. È gratuito e accompagna il paziente senza lasciarlo solo con le sue pillole" ricorda Ihor Skalko, 54 anni, che ha scoperto di avere l'Epatite C nel 2006 e ha iniziato le cure nel 2018.

"Ero scioccata. Dovevo fare iniezioni giornaliere per almeno sei mesi e prendere molte pillole diverse per due anni. Mi hanno spiegato gli effetti collaterali dei medicinali, compreso il rischio di morte improvvisa. Servono nuovi farmaci per questa malattia. Solo così raggiungeremo l'obiettivo di un'India libera dalla TB entro il 2025" racconta Bhakti Chavan, 24 anni, studentessa di Mumbai, affetta da tubercolosi estesamente resistente ai farmaci.

(Segue)