Non indossa la mascherina: minacciato da un 63enne con la propria arma da fuoco

·1 minuto per la lettura
passante minacciato senza mascherina
passante minacciato senza mascherina

Una storia che sarebbe potuta sfiorare nella tragedia quella accaduta per le strade di Bologna dove un uomo di 63 anni è stato arrestato dopo aver costretto una persona ad indossare la mascherina puntando la propria pistola. La vicenda che sarebbe poi sfociata in una violenta lite con tanto di aggressione è stata sedata all’arrivo delle forze dell’ordine che hanno denunciato l’aggressore per minacce gravi e aggravate.

Nel frattempo l’arma da fuoco utilizzata dall’uomo per minacciare il passante è stata posta sotto sequestro insieme alle munizioni. Stando a quanto appreso l’arma regolarmente custodita dall’uomo, una Remington calibro 45, al momento della vicenda era carica.

Passante minacciato perché senza mascherina

Un uomo sulla cinquantina che si trovava per strada non indossava la mascherina, questo ha portato un passante, un uomo di 63 anni, a minacciare l’uomo puntandogli la pistola in faccia che, stando a quanto appreso, sarebbe stata carica e regolarmente in possesso di quest’ultimo. Il 50enne spaventato e temendo per la sua vita ha chiamato il 113 chiedendo l’arrivo di una volante. Sul posto gli agenti di Polizia della Stazione Bolognina-Pontevecchio che hanno sedato l’aggressione.

I due, che si sono scontrati all’altezza di via Protti, sembra che non abbiano tra loro alcun legame e che non si siano mai conosciuti. L’uomo più anziano che ha costretto il 50enne ad indossare la mascherina con la sua Remington calibro 45 è stato infine denunciato dalle Forze dell’ordine con l’accusa di minacce gravi e aggravate.