Non si risveglia da un intervento, Maria muore a soli 19 anni

·2 minuto per la lettura
ragazza coma
ragazza coma

È morta a soli 19 anni una ragazza originaria di Capodrise, in provincia di Caserta, dopo essere stata per circa un mese in coma a seguito di un intervento chirurgico. La giovane avrebbe dovuto sostenere gli esami di Maturità proprio in questi giorni, ma purtroppo il tumore che l’aveva colpita nel mese di maggio non gli ha dato speranza. Sotto shock la comunità locale di Capodrise, che in queste ore si è stretta attorno agli amici e ai familiari della ragazza.

Ragazza 19enne muore dopo un mese di coma: avrebbe dovuto svolgere la Maturità

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, la ragazza era stata ricoverata nello scorso mese di maggio perché aveva iniziato improvvisamente a soffrire di forti emicranie. Gli accertamenti effettuati presso le strutture sanitarie diedero purtroppo una diagnosi infausta: la giovane era affetta da un tumore. I medici decisero dunque di sottoporla a un delicato intervento chirurgico, dal quale però non si è mai più ripresa.

A seguito dell’intervento infati la ragazza era finita in coma ed è successivamente deceduta dopo che il personale sanitario dell’ospedale ne ha dichiarato la morte cerebrale, staccando la spina alle macchine che la tenevano in vita. Una notizia che ha sconvolto la comunità di Capodrise, comune in provincia di Caserta.

Ragazza 19enne muore dopo un mese di coma: i messaggi dei conoscenti

A seguito della morte della giovane sono stati moltissimi i messaggi di cordoglio da parte delle tante persone che le volevano bene. Tra questi spiccano in particolar modo quelli dei tanti suoi compagni di scuola, che con lei avrebbero dovuto svolgere l’esame di Maturità. Esame al quale la 19enne non è purtroppo mai arrivata, con il suo banco che è rimasto vuoto.

Ragazza 19enne muore dopo un mese di coma: il caso analogo della 47enne del padovano

La storia della 19enne casertana ricorda da lontana quella della donna di 47 anni deceduta per un aggressivo tumore al pancreas e che ha deciso come suo ultimo desiderio di concludere l’epigrafe apposta sulla sua lapide con un codice iban al fine di consentire alla figlia 22enne di proseguire gli studi e laurearsi in Giurisprudenza. A corredo dell’iban, inoltre, sulla lapide è stata riportata la seguente dicitura: “Il tuo fiore sia un’offerta a sostegno di Lisa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli