Non si sa quali armi l'Italia manda in Ucraina

·1 minuto per la lettura
Andrea Filigheddu / NurPhoto / Afp

AGI - "La lista è secretata per non mettere a rischio il Paese e non informare colui che sta aggredendo il popolo ucraino". Lo ha detto il presidente del Copasir Adolfo Urso, intervistato a 'L'ospite' su Skytg24, parlando della lista di "equipaggiamenti e armi" inviati in Ucraina.

L'eventuale invio di ulteriori armi "lo deve deliberare il Governo", ha rilevato Urso, ricordando che il premier Draghi, nella sua recente audizione al Copasir, "ci ha assicurato che il Governo presenterà al nostro Comitato una nuova lista, ove ci fosse".

"Non siamo in guerra, facciamo parte di un'Alleanza militare difensiva che ha deciso di inviare equipaggiamenti e armi al popolo ucraino per difendersi dall'aggressore". Così il presidente del Copasir Urso ha risposto alla domanda se l'invio di armi all'Ucraina significhi essere in guerra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli