"Non sono un virus", protesta di un ragazzo cinese /Video

webinfo@adnkronos.com

Nel centro storico di Firenze Massimiliano Martigli Jiang, un ragazzo italo cinese, aderente all'Unione dei giovani italocinesi (Ugic), è andato in giro bendato, con una mascherina sul volto e con un cartello con scritto: "Io non sono un virus, sono un essere umano, liberami dal pregiudizio".  

Il giovane ha realizzato anche un video domenica scorsa, diffuso su internet, postato su Facebook, per immortalare le reazioni delle persone: molti hanno guardato con curiosità e tanti lo hanno abbracciato. 

"Il virus che fa veramente paura in questo momento - afferma Massimiliano - non è il coronavirus, ma il pregiudizio che c'è nell'aria. Allontanate il coronavirus ma non le persone!".