Nord Stream, Cremlino chiede indagine internazionale su falle gasdotti

Aerei Su-25 volano in formazione alle spalle del Cremlino durante la preparazione della parata per il Giorno della Vittoria, che commemora la vittoria dell'Unione Sovietica sulla Germania

MOSCA (Reuters) - Il Cremlino sostiene la necessità di un'indagine internazionale approfondita sui danneggiamenti dei gasdotti Nord Stream.

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, non ha commentato la dichiarazione di Sergej Naryshkin, direttore del servizio di intelligence internazionale russo, secondo cui Mosca avrebbe prove di un coinvolgimento degli Stati occidentali nei danneggiamenti ai gasdotti che corrono sotto il fondo del Mar Baltico.

Secondo il Cremlino, le falle dei gasdotti sembrano essere il risultato di un atto di "terrorismo" sponsorizzato da un qualche Stato.

L'Unione europea sta indagando e ha detto di sospettare un sabotaggio.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)