Nord Stream, indagine polizia svedese rafforza sospetti "grave sabotaggio"

Il logo Nord Stream a Zug, in Svizzera

HELSINKI (Reuters) - Un'indagine sulla scena del crimine relativa ai danni ai gasdotti Nord Stream 1 e 2 ha rafforzato i sospetti di "grave sabotaggio", secondo la polizia svedese.

"Dopo aver completato le indagini sulla scena del crimine, il Servizio di sicurezza svedese può concludere che ci sono state detonazioni presso Nord Stream 1 e 2 nella zona economica svedese che hanno causato danni estesi ai gasdotti", si legge in un comunicato.

La polizia ha anche detto di aver sequestrato del materiale sul posto che ora verrà analizzato.

L'area non è più delimitata, ha detto l'autorità giudiziaria svedese in un comunicato separato.

Le autorità svedesi e danesi stanno indagando su quattro perdite dai gasdotti Nord Stream 1 e 2 nelle zone economiche esclusive dei due Paesi nel Mar Baltico.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Francesca Piscioneri)