Nordcorea chiede a Usa garanzie sicurezza per ripresa negoziati

Fco

Roma, 16 set. (askanews) - La Corea del Nord ha preteso dagli Stati Uniti garanzie di sicurezza come condizione preliminare per la ripresa dei negoziati sul nucleare, "gelando" le speranze di progressi a breve termine.

I colloqui tra Pyongyang e Washington sono a un punto morto dal 'fiasco' del secondo vertice, a febbraio ad Hanoi, tra il leader nordcoreano Kim Jong Un e il presidente americano Donald Trump.

I due leader hanno avuto un nuovo faccia-a-faccia, breve, nella zona demilitarizzata (Dmz) che divide la penisola coreana. Avevano concordato di riprendere le discussioni a livello operativo sul nucleare dopo mesi di blocco. Pyongyang inoltre ha proposto la settimana scorsa che questi negoziati avvengano a fine settembre, cosa che Washington ha giudicato "incoraggiante". Ma poco dopo Pyongyang ha sparato in mare altri "proiettili".