Nordcorea: Pyongyang, 'sanzioni Ue sono provocazione politica'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Seul, 23 mar. (Adnkronos) – La Corea del Nord ha definito una "provocazione politica" le recenti sanzioni imposte dall'Unione Europea a due ministri di Pyongyang. Lo ha riferito l'agenzia di stampa 'Kcna', citando il portavoce del ministero degli Esteri nordcoreano, il quale ha denunciato "con fermezza" e respinto "categoricamente" le misure adottate da Bruxelles.

Queste sanzioni sono un esempio "della politica stereotipata ostile alla Corea del Nord" e rappresentano "una vile provocazione politica volta a violare la sua sovranità e ad interferire nei suoi affari interni", ha dichiarato il portavoce.

Le sanzioni Ue hanno preso di mira il ministro della Sicurezza di Stato, Jong Kyong-thaek e il ministro della Sicurezza sociale, Ri Yong Gil, con l'accusa di essere responsabili di gravi violazioni dei diritti umani.