Nordcorea, Seoul: missile lanciato oggi potrebbe essere un ICBM

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 mag. (askanews) - Il missile lanciato oggi dalla Corea del Nord e affondato nel mar del Giappone, ha volato per 470 km arrivando a un'altitudine di 780 km a una velocità Mach 11. Il ministro della Difesa in pectore sudcoreano Lee Jong-sup ha ipotizzato che si sia trattato di un nuovo lancio con un missile balistico intercontinentale (ICBM).

L'ennesimo test missilistico effettuato quest'anno da Pyongyang è visto con particolare preoccupazione dal Giappone. "Questo comportamento della Corea del Nord, che si protrae nel tempo, rappresenta una minaccia alla pace, alla sicurezza e alla stabilità regionale e internazionale, tutto ciò è intollerabile", ha affermato in una dichiarazione il pirmo ministro nipponico Fumio Kishida in visita a Roma.

Le autorità militari sudcoreane, presumono che il missile lanciato possa essere - secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Yonhap - uno Hwasong-15, un ICBM il cui lancio potrebbe essere dissimulato come quello di un vettoree per satelliti.

Immediatamente dopo il lancio il capo di stato maggiore sudcoreano Won In-chou ha avuto coloqui con il generale Paul LaCamera, capo delle Forze combinate Sudcorea-Usa per una valutazione.

Il lancio nordcoreano viene a sei giorni dall'inaugurazione della nuova presidenza sudcoreana del conservatore Yoon Suk-yeol, che è stato eletto capo dello stato in base a un programma che prevede una linea dura nei confronti della Corea del Nord.

Si tratta del 14mo test missilistico effettuato da Pyongyang dall'inizio dell'anno. Il 16 aprile scorso, inoltre, il regime di Kim Jong Un ha testato un ICBM di nuova concezione che ha allarmato gli Usa e alleati. C'è peraltro preoccuoazione rispetto a voci che fanno temere che il leader nordcoreano possa far effettuare un nuovo test nucleare.

Proprio oggi a Seoul era presente Liu Xiaoming, l'inviato sulla questione nucleare della Cina, il principale alleato di Pyongyang. Liu ha ribadito che il Pechino resta a favere di una Penisola coreana "libera da nucleare" e per la soluzione delle questioni attraverso "mezzi pacifici".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli