Norovirus in Corea, confermati 86 casi: 63 sono a Horeb

Red

PyeongChang, 8 feb. (askanews) - Sono ufficialmente 86 i casi confermati di Norovirus, la malattia che ha provocato mal di testa e dissenteria a numerosi membri dello staff della sicurezza impegnati nelle aree dei Giochi olimpici invernali di PyeongChang. Le autorità coreane fanno sapere che le persone colpite dal virus sono in terapia e in quarantena e che, degli 86 casi accertati, 63 provengono dagli appartamenti dello Horeb Youth Training Centre, mentre 23 sono stati riscontrati in altre località. A Horeb a essere colpiti sono stati 58 membri civili dello staff della security, oltre a due impiegati del centro e tre allenatori. Tra gli altri 23 casi, invece, 12 sono poliziotti, sette sono membri dello staff del Comitato organizzatori dei Giochi e 4 provengono dallo staff di supporto alla stampa.

In base all'ultimo bollettino diffuso dalle autorità e dagli organizzatori delle Olimpiadi, le indagini sull'acqua e sui cibi che potrebbero avere provocato i malori sono tuttora in corso.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità