Notte di guerriglia nella banlieue di Parigi. Incendiato un circo

Brahim Maarad

Notte di guerriglia urbana a Chanteloup-les-Vignes, nella banlieue di Yvelines, a ovest di Parigi. La polizia è stata presa di mira da gruppi di vandali che hanno dato alle fiamme anche il tendone di un circo. Questa città alla periferia di Parigi è "preda di vari assalti e violenza da diversi giorni", ha lamentato il sindaco Catherine Arenou, riferendosi all'interruzione ormai quotidiana dell'illuminazione stradale per mano di alcuni giovani del quartiere Noé.

Il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, li ha definiti "codardi e imbecilli".  Gli scontri sono cominciati sabato alle 19 "con lanci di bottiglie molotov". Le forze di polizia - che hanno riportato due feriti - hanno risposto con lacrimogeni e proiettili di gomma, ingaggiando una battaglia che è durata fino alle 23. 

Il tendone del circo è stato dato alle fiamme intorno alle 22.30. Dei trenta coinvolti negli scontri, sono state arrestate due persone sospette del rogo. Su Twitter, Castaner ha espresso la sua "piena fiducia" nella polizia "per identificare gli autori di questi atti codardi e folli e consegnarli alla giustizia". Per la sindaca Arenou, il rogo del tendone è "deliberato" poiché "sono stati trovati due incendi su due lati" della struttura. Le immagini delle fiamme sono state ampiamente condivise sui social, alimentando l'indignazione pubblica nei confronti della violenza crescente tra i giovani della periferia parigina.

Le mega struttura in legno, costata 800 mila euro, apparteneva alla 'Compagnie des contraires', un'associazione circense fondata da quasi 30 anni a Chanteloup. "Ricostruiremo e andremo avanti", ha assicurato Alicia Baudry, la segretaria della compagnia che si occupa anche di prevenzione all'interno delle scuole. "Lavoriamo per l'integrazione dei ragazzi di tutti i quartieri", afferma Baudry, che teme un per danno "d'immagine" per la città. "E' un vero peccato, ne parleremo in un ciclo di incontri, quando è una piccola minoranza che vuole fare il caos, non dovremmo dare loro così tanta pubblicità", dice. Secondo il sindaco, anche un "ufficio di informazione per i giovani" è stato preso di mira durante la notte. "Abbiamo trovato del combustibile all'interno e c'è stato un tentativo di incendio", ha affermato.