Nova Kakhovka, controffensiva ucraina: missili su un deposito russo di armi

Controffensiva ucraina

Controffensiva dell'esercito ucraino: bombardato un deposito di munizioni a Nova Kakhovka, una città controllata dalle truppe russe nell'Ucraina meridionale, a 70 km da Kherson.

L'attacco, con il sistema di lanciarazzi Himars, è avvenuto nelle prime ore di martedì e ha causato una forte esplosione.
2 soldati russi hanno perso la vita, secondo le fonti di agenzia. Le autorità filorusse sostengono che sul posto non vi si trovava alcun obiettivo militare: ci sarebbero anche quattro vittime civili.

Contrattacco russo

Contrattacco russo: diciannove missili hanno colpito diversi edifici a Mykolaiv, nel sud dell'Ucraina. Dodici persone sono rimaste ferite.

Colpi di artiglieria anche nel centro di Bakhmut.

In fiamme la base militare russa nel villaggio di Myrne, vicino alla città dell'Ucraina sud-orientale Melitopol, occupato dai russi.
Il sindaco in esilio Ivan Fedorov ha dichiarato che i residenti di Myrne, nell'Oblast di Zaporizhzhia, hanno sentito circa 25 esplosioni e visto un denso fumo nero.

A Chasiv Yar, nell'Oblast di Donetsk, i soccorritori hanno già recuperato 41 cadaveri dalle macerie dell'edificio bombardato dai russi tra sabato e domenica.

George Ivanchenko (Volodymyr Zelensky-Telegram)
Ferito nell'attacco russo di Mykolaiv. - George Ivanchenko (Volodymyr Zelensky-Telegram)

Dall'Europa

Sul fronte diplomatico, l'Unione europea ha approvato un prestito d'emergenza all'Ucraina per consentirle di coprire le sue necessità finanziarie a breve termine.

Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione europea, ha dichiarato:
"I ministri hanno approvato oggi la fornitura di assistenza macrofinanziaria all'Ucraina per un miliardo di euro. Si tratta di una prima parte dell'eccezionale pacchetto di assistenza dell'Ue, fino a 9 miliardi di euro, per contribuire a sostenere la stabilità macroeconomica dell'Ucraina e affrontare le sfide causate dalla guerra".

Screengrab
Valdis Dombrovskis, vice presidente della Commissione europea. - Screengrab

Dopo 139 giorni, la guerra potrebbe trascinarsi ancora per mesi e l'Ucraina ha bisogno di qualcosa di più dell'addestramento militare. Gli Stati Uniti e la Banca Mondiale hanno approvato un ulteriore aiuto di 1,7 miliardi di dollari per pagare gli stipendi degli operatori sanitari.

Il trasporto del grano

Per quanto riguarda il trasporto del grano, il quotidiano "The Kyiv Indipendent" scrive che 16 navi sono entrate nei porti ucraini e altre 90 stanno aspettando il loro turno per entrare attraverso il canale Danubio-Mar Nero.

A Istanbul, intanto, è tutto pronto per il vertice sul grano. tra Nazioni Unite, Russia e Ucraina. Nella speranza di trovare finalmente un accordo.

I corpi di 400 militari

L'Ucraina ha ricevuto i corpi di più di 400 militari in una serie di scambi con la Russia. Per la maggior parte erano combattenti morti difendendo l'acciaieria Azovstal di Mariupol. Quasi tutti sono già stati identificati.

Ne ha parlato il Commissario per le persone scomparse in circostanze speciali, Oleg Kotenko, spiegando che molti cadaveri arrivano senza documenti e non si sa chi siano. I parenti possono fare un test del Dna in qualsiasi città del Paese, i risultati vengono, quindi, inseriti in un unico database.

21.000 possibili crimini di guerra

"Al momento vengono indagati oltre 21.000 i possibili crimini di guerra in Ucraina".
Lo ha detto Didier Reynders, Commissario europeo per la Giustizia, al termine del consiglio informale di Praga.

"Quattordici stati membri dell'Ue stanno conducendo indagini in modo indipendente, mentre Polonia, Lituania, Ucraina, Lettonia, Estonia, Slovacchia sono parte di un team d'indagine comune, con al loro fianco Eurojust, la Corte Penale Internazionale dell'Aja e gli Usa", ha aggiunto. "Ho chiesto a tutti i Paesi membri, se hanno indagini nazionali in corso, di far parte del team congiunto", ha precisato Reynders, chiedendo coordinamento tra le procure.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli