Novantenne picchiata ad Ostuni: arrestata badante rumena

Novantenne picchiata Ostuni

L’anziana donna, ultra novantenne, presentava dei lividi sul corpo che hanno fatto insospettire il figlio, che preoccupato si è recato alla polizia di stato per sporgere denuncia. Le forze dell’ordine si sono subito mobilitate e hanno fatto scattare le indagini che hanno portato all’arresto della badante che lavorava nell’abitazione dell’anziana. Le terribili violenze si sono verificate ad Ostuni, una città in provincia di Bari, le indagini si sono concluse con l’arresto di una donna di 53 anni originaria dalla Romania, con regolare permesso di soggiorno in Italia, il cui compito era quello di prendersi cura dall’anziana signora. Da quanto riportato dalla polizia di stato, grazie a delle telecamere installate nell’abitazione, si vedrebbe che la badante utilizzava dei metodi violenti nei confronti dell’anziana signora.

Novantenne picchiata Ostuni: i video

Da quanto si può evincere dalla scene riprese con le telecamere installata nell’abitazione della novantenne dalla polizia di stato, l’anziana subiva ripetute azioni violente, come insulti, schiaffi e stritolamenti da parte della badante romena. Queste azioni si compivano ogni qualvolta le due donne erano sole in casa. Nei video diffusi dalla polizia si nota anche che la aiuta l’anziana ad alzarsi ed appoggiarsi al girello, per poi strattonarla e darle degli schiaffi. La badante è stata arrestata sabato 25 gennaio dalla polizia di Ostuni, con le accuse di maltrattamenti e violenza domestica, in applicazione del codice rosso. Le indagini avviate dal Gip sono sfociate in un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico della badante che al momento è rinchiusa nel carcere di Lecce.