Novara, capogruppo M5S dà dell'infame a Salvini, è polemica

Prs

Torino, 12 ago. (askanews) - Polemica in Piemonte per le esternazioni su Facebook del capogruppo dei Cinquestelle in Comune a Novara, Mario Iacopino, che da giorni sul suo profila bolla come "infame" il ministro degli Interni, Matteo Salvini.

L'ultimo status sul vicepremier è di ieri e recita: "Oggi a Catania ho visto il coniglio verde scappare veloce dalla folla che gli urlava traditore, codardo e bugiardo. Questo è solo l'inizio. Un infame è come un diamante, per sempre".

Nei giorni scorsi condividendo un video che mostrava le contestazioni a Salvini a Soverato aveva commentato: "Fiero della mia Calabria. Gli infami vanno trattati come tali". I commenti sulla sua pagina non sono tardati ad arrivare e non tutti sono di lodi. C'è chi anche in maniera spiccia lo invita a tornare in Calabria.

Tra le fila dei leghisti c'è poi il consigliere regionale Riccardo Lanzo, che ha condiviso degli screenshot dei vari status del pentastellato Iacopino, commentando: "Lo sa Iacopino che l'espressione 'infame' è utilizzata dai mafiosi che appestano il nostro amato Sud?", invitandolo a dimettersi e a chiarire "immediatamente le sue affermazioni, con un linguaggio da cyber-bullo che fa tanto male alle istituzioni".