Novara, scoperta “psicosetta”: riduceva in schiavitù anche minori

Novara, scoperta “psicosetta”: riduceva in schiavitù anche minori

Roma, 20 lug. (askanews) – Ventisei perquisizioni personali e 21 perquisizioni locali tra le province di Novara, Milano, Genova e Pavia. E’ il bilancio della vasta operazione della polizia di Novara e del Servizio Centrale Operativo, coordinata dalla Procura della Repubblica di Torino – Direzione Distrettuale Antimafia, che ha portato a scoprire una potente “psicosetta” con base operativa nella provincia di Novara e diramazioni a Milano e nel pavese.

In due anni di indagini della Squadra Mobile è emerso che gli adepti del gruppo erano prevalentemente di sesso femminile, ma a capo c’era un uomo di 77 anni. Alla setta viene contestato il reato di associazione per delinquere finalizzato alla riduzione in schiavitù e alla commissione di numerosi e gravi reati in ambito sessuale, anche a danno di minori.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.