Novavax, efficacia 89% per vaccino Covid in trial Regno Unito, meno in Sud Africa

·2 minuto per la lettura
Quattro fiale e una siringa davanti al logo Novavax

CHICAGO (Reuters) - Novavax Inc ha annunciato ieri che il suo vaccino contro il coronavirus si è dimostrato efficace all'89,3% nel prevenire il Covid-19 in uno studio clinico condotto nel Regno Unito, ed è stato quasi altrettanto efficace nella protezione contro la variante più contagiosa scoperta per la prima volta nel paese, secondo un'analisi preliminare.

Uno studio in fase intermedia del vaccino in Sud Africa, dove è comune una nuova preoccupante variante del virus, ha mostrato un'efficacia del 60% tra le persone non affette da HIV.

Il titolo Novavax è balzato del 34% nelle negoziazioni after-hours in seguito alla pubblicazione dei risultati dello studio lo stesso giorno in cui gli Stati Uniti hanno segnalato i primi casi della variante sudafricana.

Novavax sta già accumulando scorte di vaccini in sei impianti di produzione operativi, e ha detto che si aspetta che un totale di otto stabilimenti in sette paesi diversi - incluso il Serum Institute of India - produrrà a un ritmo di 2 miliardi di dosi all'anno.

La società in una conference call ha sottolineato che si tratta di dati provvisori e i manager hanno detto che si aspettano che passeranno due o tre mesi prima di essere pronti a richiedere l'autorizzazione alle autorità di regolamentazione.

I risultati del trial nel Regno Unito, che ha coinvolto 15.000 persone di età compresa tra i 18 e gli 84 anni, dovrebbero essere usati per richiedere l'autorizzazione per l'uso in Gran Bretagna, Unione europea e altri Paesi.

L'approvazione del vaccino Novavax sarebbe molto gradita in Europa, in quanto il continente è in difficoltà a causa delle scarse forniture di vaccini dopo che Pfizer/BioNTech e AstraZeneca hanno consegnato ai paesi meno dosi di quelle sperate.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)