Nubi oscure all'orizzonte dell'economia europea

Crescita più bassa, inflazione più alta. Sono queste le fosche previsioni economiche della Commissione europea. Secondo Bruxelles, la guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina continua a influenzare negativamente l'economia dell'UE.

La crescita dell'Unione è prevista all'1,5% nel 2023. Mentre l'inflazione annuale che quest'anno dovrebbe raggiungere i massimi storici dell'8,3%.

Parlando con Euronews, il Commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni, non ha escluso una recessione se la Russia taglierà il gas.

"_Anche se si dice, ok, non siamo in una recessione, non siamo in una stagflazione,__e questa è la realtà di questo momento, quando si fa una fotografia della nostra economia, bisogna guardare alla possibilità di un peggioramento dello scenario. _Naturalmente se avremo un taglio totale delle forniture di gas dalla Russia, entreremo in una realtà più avversa", ha spiegato.

Il rimbalzo economico dalla pandemia ha ormai perso il suo slancio. E l'impennata dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari sta ostacolando la crescita economica. Ma la crescita c'è ancora.

"_Credo che dovremmo essere chiari nel dire che stiamo ancora vivendo un livello di crescita che è molto moderato._Quindi non cederà ad annunci catastrofici o alla profezia della catastrofe", ha aggiunto.

Per l'Italia, si prevede una crescita del 2,9% quest'anno, in rialzo rispetto al 2,4% previso in primavera, che però scenderà allo 0,9% nel 2023. Mentre alta è l'inflazione: al 7,4% quest'anno e al 3,4 per l'anno prossimo.

Secondo la Commissione, il futuro dell'economia europea sarà fortemente condizionato dall'evoluzione della guerra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli