Nubifragio Marche, bilancio di 9 vittime e 4 dispersi

Un uomo nelle vie di Cantiano, nelle Marche, dopo un improvviso nubifragio

CANTIANO (Reuters) - È di almeno nove persone, al momento, il bilancio delle vittime del nubifragio che stanotte ha colpito le Marche, mentre continuano le ricerche di quattro dispersi.

È quanto si legge in una nota della Prefettura di Ancona, che specifica come due delle vittime debbano ancora essere identificate. Due dei dispersi sono minorenni, aggiunge il comunicato.

Le autorità locali avevano parlato in precedenza di 11 morti.

Trecento pompieri sono attualmente impegnati nei territori colpiti.

Durante la notte circa 400 millimetri di pioggia si sono riversati sull'area nel giro di due-tre ore, rendendo le strade di alcune località nelle province di Ancona e Pesaro-Urbino dei veri e propri torrenti e allagando diverse abitazioni.

I Vigili del fuoco hanno messo in salvo decine di persone che si erano arrampicate in cima ad alberi e tetti nell'arco della notte per sfuggire alla piena.

A Cantiano, vicino al confine con l'Umbria, i cittadini hanno cominciato a ripulire le strade dal fango, mentre un video rilasciato dai Vigili del Fuoco ha mostrato i soccorritori che, a bordo di appositi gommoni, portavano in salvo delle persone nella città di Senigallia. Le stesse immagini mostrano altri pompieri intenti a liberare un sottopassaggio dai detriti.

Secondo la geologa Paola Pino d'Astore, questo evento estremo non era facile da prevedere ed è una conseguenza del cambiamento climatico.

"È un fenomeno irreversibile, è un assaggio di quello che sarà il nostro futuro, dobbiamo imparare a coesistere ed adattarci", ha dichiarato a Reuters.

(Versione italiana Federico Maccioni, editing Sabina Suzzi)