Nucleare in Italia, M5S: "Ogni scelta condivisa con comunità locali"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

“Sull’individuazione del sito unico di stoccaggio dei rifiuti radioattivi nessuno ha deciso nulla e non ci sarà alcuna decisione imposta dall’alto, ma tutto avverrà con la massima partecipazione dei cittadini e con la condivisione del territorio interessato”. Lo affermano le deputate e i deputati del M5s nelle commissioni Ambiente e Attività produttive.

“Ringraziamo il ministro Patuanelli e il ministro Costa – riprendono i parlamentari pentastellati – per il senso di responsabilità e la serietà con cui hanno operato per arrivare a dare il nulla osta dei rispettivi dicasteri alla pubblicazione della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi): la priorità in questa fase è garantire la sicurezza dei cittadini e la condizione attuale, determinata anche dai continui rinvii di chi ha governato in passato, non è certo adeguata. Noi facciamo gli interessi degli italiani e non agiamo in base alle convenienze elettorali”.

“L’importante processo decisionale appena attivato consentirà peraltro di interrompere la procedura di infrazione comunitaria che pende sul nostro Paese per non aver ancora adottato un programma nazionale per la gestione dei rifiuti radioattivi, come richiesto dalla direttiva 2011/70/Euratom del Consiglio europeo. Continueremo a seguire da vicino il percorso di definizione della Cnai, sostenendo cittadini ed enti locali e soprattutto garantendo che si continui a operare con il massimo livello di partecipazione e di trasparenza per trovare la soluzione più idonea” concludono.