I numeri della disoccupazione in Italia

Pagella Politica di Agi

Nel corso del tradizionale scambio di auguri natalizi alle alte cariche dello Stato, il 18 dicembre il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha indicato nel «lavoro che manca» il vero nemico da sconfiggere.

Ma qual è la situazione della disoccupazione in Italia?

I dati nazionali

Secondo la più recente nota trimestrale dell'Istat, pubblicata il 18 dicembre e relativa al terzo quarto del 2019 (luglio-settembre di quest'anno), il tasso di disoccupazione a livello nazionale (età 15-64 anni) è pari al 9,8 per cento e corrisponde a più di due milioni e mezzo di residenti in Italia che cercano un lavoro ma non lo trovano. Negli ultimi anni c'è stata una lieve ripresa: come scrive l'Istat, questo è «il valore più basso dal primo trimestre 2012».

Ma è evidente che il dato italiano non è particolarmente buono, anche guardando al confronto internazionale. Secondo i dati annuali di Eurostat (età 15-74 anni), nel 2018 – quando la disoccupazione in Italia era pari al 10,6 per cento – il nostro Paese aveva un tasso superiore di quasi quattro punti rispetto alla media Ue (6,8 per cento) e di 2,6 punti superiore alla media dell'Eurozona (8,2 per cento).

Solo Grecia (19,3) e Spagna (15,3) hanno dati peggiori dell'Italia. Ma mentre questi due Paesi hanno recuperato rispettivamente ben 8,2 e 10,8 punti rispetto al picco della crisi nel 2013, l'Italia ha recuperato – confrontando 2018 e 2014, quando si ebbe il picco – solo 2,1 punti.

Vediamo ora i dati relativi a singole categorie di lavoratori in Italia, dal cui insieme nasce poi il dato nazionale.

La disoccupazione maschile e femminile

Nella nota trimestrale dell'Istat pubblicata a dicembre si legge che il tasso di disoccupazione tra gli uomini, nel terzo trimestre dell'anno, è stato pari all'8,9 per cento (quasi un punto meno del dato nazionale, pari al 9,8 per cento). Tra le donne invece il tasso è stato del 10,9 per cento (un punto abbondante più del dato nazionale).

Ma più che dalla distanza di due punti percentuali nel tasso di disoccupazione rispetto agli uomini, la gravità della questione femminile in Italia risulta dai dati sull'occupazione e sull'inattività (la condizione di chi non è occupato e non cerca nemmeno lavoro).

Il tasso di occupazione, che a livello nazionale è pari al 59,2 per cento, tra gli uomini è pari al 68,2 per cento, tra le donne al 50,2 per cento (una donna su due in età compresa tra i 15 e i 64 anni, cioè, non è né occupata, né disoccupata, né in cerca di lavoro).

Il tasso di inattività, che a livello nazionale si attesta al 34,3 per cento, tra i maschi è poi pari al 25 per cento, mentre tra le donne al 43,5 per cento.

La disoccupazione tra i giovani e i meno giovani

Se guardiamo ai dati sul tasso di disoccupazione suddivisi per fascia di età, ne emerge una situazione molto poco omogenea, che vede i lavoratori più anziani in una condizione nettamente migliore rispetto ai più giovani.

Il tasso di disoccupazione nella fascia 15-34 anni è infatti pari al 17,8 per cento: quasi il doppio rispetto al dato nazionale. Precisiamo che la fascia 15-34 non è quella a cui si fa riferimento quando si parla di “disoccupazione giovanile”, che interessa invece la fascia 15-24 anni e che - secondo il database Istat* - nel terzo trimestre 2019 si attesta al 25,7 per cento.

Nella fascia 35-49 anni si scende all'8,7 per cento (poco al di sotto del dato nazionale) e nella fascia 50-64 anni si arriva addirittura al 5,5 per cento.

Il tasso di disoccupazione dei giovani under-35 è insomma doppio rispetto a quello della fascia 35-49 anni e più che triplo rispetto a quello che si registra tra gli over 50.

*Percorso: Lavoro e retribuzioni > Offerta di lavoro > Disoccupazione > Tasso di disoccupazione > Tasso di disoccupazione - livello ripartizionale > selezionare “Classe di età” 15-24 anni

Il divario Nord-Sud

Guardiamo ora al tasso di disoccupazione per ripartizione geografica. I dati provengono dal flash dell'Istat sul mercato del lavoro, pubblicato il 12 dicembre e sempre relativo al terzo trimestre 2019, che contiene però dati grezzi e non – come invece la nota trimestrale che abbiamo citato sopra – dati destagionalizzati.

Questi ultimi, spiega l'Istat, sono «dati depurati, mediante apposite tecniche statistiche, dalle fluttuazioni attribuibili alla componente stagionale (dovute a fattori meteorologici, consuetudinari, legislativi, ecc.) e, se significativi, dagli effetti di calendario» e sono quindi più affidabili.

Il dato non destagionalizzato sulla disoccupazione, a livello nazionale, è pari al 9,1 per cento, dunque lo 0,7 per cento in meno rispetto al dato destagionalizzato.

Ma veniamo alle variazioni geografiche: dal flash dell'Istat risulta che al Nord il tasso di disoccupazione sia pari al 5,7 per cento, al Centro al 7,3 per cento e al Sud al 16,2 per cento.

Insomma, mentre Nord e Centro hanno un dato inferiore alla media nazionale, il Sud ha un tasso di disoccupazione quasi doppio.

Al Sud c'è poi anche grave un problema di disoccupazione giovanile, nella fascia di età 15-24 anni. Ce ne eravamo occupati in passato, spiegando che un tasso di disoccupazione del 50 per cento circa non significa comunque che un giovane su due sia senza lavoro (il conteggio è fatto tra chi è disposto a lavorare e non ad esempio impegnato negli studi).

L'occupazione e l'inattività delle donne al Sud

Come abbiamo anticipato, più che il tasso di disoccupazione per inquadrare la situazione lavorativa delle donne in Italia si deve guardare al tasso di occupazione e di inattività. Vediamo quindi questi parametri incrociati coi dati ripartiti per area geografica.

Al Nord – parliamo sempre di dati grezzi – il tasso di occupazione femminile è pari al 60 per cento e quello di inattività al 35,4 per cento, rispettivamente quindici punti in meno e quindici punti in più rispetto al tasso di occupazione e al tasso di inattività maschile.

Al Centro il tasso di occupazione femminile è pari al 57,3 per cento e quello di inattività al 37,6 per cento, rispettivamente quattordici punti in meno e quattordici punti in più rispetto al tasso di occupazione e al tasso di inattività maschile.

Al Sud, infine, il tasso di occupazione femminile è pari al 33,2 per cento e quello di inattività al 59,1 per cento, rispettivamente venticinque punti in meno e ventotto punti in più rispetto al tasso di occupazione e al tasso di inattività maschile.

Insomma, se il divario tra maschi e femmine è presente in tutte le aree geografiche italiana, dove questo è maggiore è il Meridione.

Conclusione

La disoccupazione è in calo in Italia, nel terzo trimestre è stato raggiunto un livello che non si toccava dal 2012. Nonostante questo restiamo – in base ai dati annuali riferiti al 2018 – ancora terzultimi nella Ue, davanti solo a Grecia e Spagna, due Paesi che oltretutto hanno ridotto questo tasso negli ultimi anni molto più di quanto fatto dall'Italia.

Il dato nazionale, poi, è figlio di situazioni molto disomogenee: le donne hanno un tasso di disoccupazione maggiore degli uomini (e, soprattutto, partecipano molto meno al mercato del lavoro), i giovani under 35 hanno un tasso di disoccupazione quasi triplo rispetto agli over 50 e al Sud la disoccupazione pesa per più del doppio rispetto al Centro e al Nord.

Se avete delle frasi o dei discorsi che volete sottoporre al nostro fact-checking, scrivete a dir@agi.it

  • Padre di Lucia Borgonzoni, la lettera alla figlia: “Mi hai diffamato”
    Notizie
    notizie.it

    Padre di Lucia Borgonzoni, la lettera alla figlia: “Mi hai diffamato”

    A pochi giorni dal voto regionale in Emilia-Romagna, il padre di Lucia Borgonzoni ha scritto una lettera di accuse alla figlia.

  • Virus cinese a Roma: pronto soccorsi in tilt, picchi di 150 pazienti
    Notizie
    notizie.it

    Virus cinese a Roma: pronto soccorsi in tilt, picchi di 150 pazienti

    Insostenibile e in tilt la situazione negli ospedali a Roma a causa anche del virus cinese: previsto un vertice straordinario per gestire l'emergenza.

  • Lapo Elkann: "Non fate come me, la scuola è importante"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Lapo Elkann: "Non fate come me, la scuola è importante"

    Un invito nella Giornata mondiale dell'educazione.

  • É morto Stefano Scipioni, voce nota delle radio romane
    Notizie
    notizie.it

    É morto Stefano Scipioni, voce nota delle radio romane

    Stefano Scipioni, storica voce delle emittenti romane, è morto dopo una lunga malattia.

  • Il digiuno di Salvini: “Non potevo resistere ai tortellini”
    Notizie
    notizie.it

    Il digiuno di Salvini: “Non potevo resistere ai tortellini”

    Dopo appena due giorni dal lancio dell'iniziativa, Salvini dichiara a La7 di aver ceduto alla tentazione

  • Sabrina Ghio: “Bobo Vieri e Silvio Muccino? Li ho rifiutati”
    Notizie
    DonneMagazine

    Sabrina Ghio: “Bobo Vieri e Silvio Muccino? Li ho rifiutati”

    Sabrina Ghio, ospite di Rivelo, ha confessato di aver rifiutato il corteggiamento di Silvio Muccino e Bobo Vieri.

  • Sapete quali sono le abitudini alimentari della Regina Elisabetta?
    Notizie
    notizie.it

    Sapete quali sono le abitudini alimentari della Regina Elisabetta?

    Tra alimenti banditi e frutta tagliata con le posate, le abitudini alimentari della Regina Elisabetta sono davvero uniche nel loro genere.

  • La donna più ricca d'Africa sul banco degli imputati
    Notizie
    AGI

    La donna più ricca d'Africa sul banco degli imputati

    La "donna più ricca d'Africa" al banco degli imputati e un dirigente bancario trovato morto a Lisbona. Si profila come un giallo internazionale di prima grandezza la formale incriminazione, annunciata giovedì, di Isabel Dos Santos, figlia dell'ex presidente dell'Angola, Josè Eduardo Dos Santos. Le accuse sono gravi: riciclaggio, frode, appropriazione indebita, falsificazione di documenti e nepotismo. I capi d'imputazione riguardano il periodo di 18 mesi in cui la donna ha diretto l'azienda petrolifera di Stato, la Sonangol.È stato il procuratore generale Helder Pitta Groz a rendere noto l'atto d'incriminazione, che segue le clamorose rivelazioni dei cosiddetti 'Luanda Leaks', la grande inchiesta realizzata dal Guardian e di un consorzio internazionale di reporter investigativi - del quale fanno parte anche la Sueddeutsche Zeitung e le emittenti tedesche Ndr e Wdr - che ha rivelato la storia delle immense fortune della donna, che si trova fuori dal Paese ma fa comunque sapere di respingere con nettezza tutte le accuse. Il mistero del banchiere trovato impiccatoOltre alla 46enne Isabel Dos Santos, la Procura angolana ha incriminato tra gli altri anche l'ex direttore finanziario della Sonangol, Sarju Raikundalia, un alto dirigente del Banco de Fomento Angola, Mario Leite da Silva, nonché un dirigente della banca Eurobic, il cui nome in un primo momento non è stato reso pubblico. Poche ore dopo l'annuncio del procuratore, da Lisbona è arrivata la notizia del ritrovamento del corpo del banchiere. A detta delle forze dell'ordine portoghesi, la prima ipotesi è quella di un suicidio, dato che il 45enne è stato ritrovato impiccato nel garage della sua abitazione. Tuttavia gli inquirenti fanno sapere di non escludere la pista dell'omicidio. Voci circa un suo precedente tentativo di omicidio, ad inizio gennaio, ad ora non hanno trovato conferma. L'uomo non solo era il direttore del settore 'private banking' della Eurobic, ma anche l'intestatario del conto di Isabel Dos Santos. Tra le altre accuse rivolte a Dos Santos malversamenti, influenza illegale e atti di nepotismo durante la sua guida del colosso petrolifero angolano. La donna d'affari viveva, dopo le dimissioni del padre, tra Londra e Dubai. La giustizia angolana ha reso noto di volere "prendere tutte le misure a disposizione" perchè la 46enne faccia rientro in patria e sia lì sottoposta al giudizio della magistratura. Suo padre, Jose Eduardo Dos Santos, aveva governato l'ex colonia portoghese - spesso definita come uno dei Paesi più poveri e corrotti al mondo - dal 1979 al settembre 2017. Quasi cento società nei paradisi fiscaliL'inchiesta 'Luanda Leaks' fa emergere il sospetto che Isabel traesse "notevoli vantaggi' dal sistema corruttivo in Angola. Secondo le accuse, la donna avrebbe approfittato "in modo sistematico" delle dinamiche nepotiste praticate nel Paese, con lo scopo di aumentare drasticamente il proprio patrimonio. Stando ai documenti emersi, Dos Santos, suo marito Sindika Dokolo e altre persone di fiducia del gruppo hanno fondato negli ultimi anni oltre 400 società, di cui quasi un centinaio in 'paradisi fiscali' come Malta, Mauritius oppure Hong Kong. Queste società avrebbero tratto vantaggi da commesse pubbliche angolane, ma anche con attività di consulenza e crediti.Intanto, la banca Eurobic - che ha sede in Portogallo - ha reso noto che Isabel Dos Santos intende vendere le proprie quote nell'istituto: e non si tratta di briciole, dato che lei con una quota di oltre 43% ne è ad oggi l'azionista principale. A quanto affermano oggi i media portoghesi, la figlia del presidente nonché miliardaria ha nel tempo effettuato tramite la Eurobic trasferimenti di denaro d'origine "sospetta". In effetti i conti della donna erano stati congelati già a dicembre. Non solo. Tutta la vicenda sembrerebbe girare intorno all'Eurobic.Il conto di Dos Santos - che in Angola e in Portogallo spesso viene chiamata solo "la principessa" - tempo fa era stato completamente svuotato, peraltro in circostanze a dir poco dubbie: Stando alle ricostruzioni dei media, nel giro di poche ore complessivamente 52 milioni di euro erano stati trasferiti ad un conto off-shore. Dopo 38 anni al potere, Jose Eduardo dos Santos si era dimesso nel settembre 2017. Il suo successore, Joao Lourenco, ha promesso di lottare con decisione contro la corruzione.

  • Chiara Ferragni, incidente in casa con Fedez: “Sto per sb****”
    Notizie
    notizie.it

    Chiara Ferragni, incidente in casa con Fedez: “Sto per sb****”

    Non ne va bene una a Chiara Ferragni: questa volta suo marito Fedez l'ha presa in giro per i suoi allenamenti per potenziare gli addominali.

  • Uccide la moglie malata di tumore e poi si spara: tragedia ad Alessandria
    Notizie
    notizie.it

    Uccide la moglie malata di tumore e poi si spara: tragedia ad Alessandria

    Tragedia in Piemonte, dove un uomo di 79 anni ha ucciso la moglie di 72 anni malata da tempo di tumore e poi si è tolto la vita.

  • Rischio contaminazione: richiamati lotti di uova e formaggi
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Rischio contaminazione: richiamati lotti di uova e formaggi

    A rischio soprattutto le uova rivendute con i marchi Amadori, Verso Natura Conad e Cascina Italia.

  • Un terremoto di magnitudo 6,8 ha fatto tremare la Turchia
    Notizie
    AGI

    Un terremoto di magnitudo 6,8 ha fatto tremare la Turchia

    Una scossa di terremoto di 6,8 della scala Richter ha colpito l'Est della Turchia. Ci sono vittime e numerosi feriti.

  • Gf Vip, Antonella Elia contro Adriana Volpe: “Finta perfettina”
    Notizie
    notizie.it

    Gf Vip, Antonella Elia contro Adriana Volpe: “Finta perfettina”

    Le cose si mettono male tra Antonella Elia e Adriana Volpe: l'attrice si è sfogata a proposito del ruolo avuto dalla Volpe all'interno della Casa.

  • Bonaccini a M5S: "C'è voto disgiunto, mettete croce su mio nome"
    Notizie
    Adnkronos

    Bonaccini a M5S: "C'è voto disgiunto, mettete croce su mio nome"

    Chiedere il voto disgiunto agli elettori M5S? “Sì, è una possibilità perché si può votare il proprio partito o movimento di riferimento e dare un senso alla propria identità e mettere una croce sul simbolo del partito che si preferisce, ad esempio il Movimento 5 stelle. Però, siccome il M5S con questa legge elettorale - che è a turno secco e la notte del voto, chi ha un voto in più vince..- , non potrà mai vincere, chi pensa che non sia indifferente vinca io o la mia avversaria può mettere la croce sul nome del presidente. Quindi un voto al M5S e un'altra croce su Stefano Bonaccini". Lo ha detto il candidato presidente dell'Emilia Romagna del centrosinistra Stefano Bonaccini nel corso di 'Sono le venti' sul Nove, condotto da Peter Gomez. Bonaccini ha chiuso la campagna elettorale a Forlì, al PalaGalassi dove in platea sventolano le bandiere di Pd, Italia viva, +Europa e delle liste che lo sostengono. In prima fila, tra gli altri Paola De Micheli, molto applaudita al suo arrivo, e Vasco Errani. A 'scaldare' la platea, prima del comizio del governatore, ci hanno pensato Mirko Casadei e soprattutto Alberto Bertoli, che tra un successo suo e quello del padre Pierangelo ('A muso duro') ha intonato una versione di 'Bella ciao' che il pubblico ha cantato a squarciagola.  "Siete tre volte di più di quanti erano a Ravenna da Salvini, Berlusconi e Meloni", ha detto Stefano Bonaccini nel suo intervento, sottolineando che "in questi giorni c'è stato chi è andato a squillare i citofoni e agitare paure: Salvini è il migliore a descrivere i problemi e il peggiore per risorverli, ma armare i cittadini è la resa dello Stato davanti ai delinquenti e non è la nostra idea di società". "Cosa ha fatto Salvini per il Pilastro? Ha tolto i fondi del governo precedente, quando era ministro, per la riqualificazione delle periferie, non ha pagato gli straordinari alle forze dell'ordine", ha aggiunto, ricordando che "noi abbiamo proposto asili nido in prospettiva gratuiti per tutti e la Lega ha risposto che vogliono dare più soldi alle donne per stare a casa a lavorare: siamo al Medioevo". Bonaccini insiste: "Hanno detto, ci prenderemo l'Emilia Romagna. Non ti prendi un bel niente, l'Emilia Romagna è dei suoi cittadini non è di un partito". Quanto a Bibbiano, "mi avevano avvisato della macchina del fango, ci hanno provato anche con me ma non ho paura, ma mi spiace per la comunità di Bibbiano che non merita il fango e di essere gettata al pubblico ludibrio". "E' stata una bella campagna elettorale, con delle belle piazze. Un abbraccio alle Sardine, hanno dato una grande dimostrazione di come si fa", ha infine concluso. Poco prima del governatore è infine salito sul palco Gene Gnocchi travestito da Bonaccini: "Avete riempito il Palasport, ho dovuto citofonarvi uno a uno...", ha detto Gnocchi/Bonaccini aggiungendo: "Qui in Emilia Romagna troverebbe lavoro anche Di Maio". Gnocchi, che non ha risparmiato frecciate neanche a Nicola Zingaretti ("è vivo? Davvero? Avevo altre informazioni"), ha strappato gli applausi: "Da lunedì mi dedicherò al rifacimento del manto stradale: asfalterò la Borgonzoni".

  • Uomo ubriaco impiccato: voleva attirare l’attenzione della fidanzata
    Notizie
    notizie.it

    Uomo ubriaco impiccato: voleva attirare l’attenzione della fidanzata

    Era ubriaco e si è impiccato per attirare l'attenzione della fidanzata, che però stava dormendo in un'altra stanza: così è morto un uomo di 34 anni.

  • Virus Cina: è un 23enne il primo al mondo a guarire dalla malattia
    Notizie
    notizie.it

    Virus Cina: è un 23enne il primo al mondo a guarire dalla malattia

    Un ragazzo 23enne è il primo paziente guarito dal virus che sta investendo alcune località della Cina e che finora ha provocato almeno 18 morti.

  • Masterchef 9: tutti contro Maria Teresa, sempre più sola
    Notizie
    HuffPost Italia

    Masterchef 9: tutti contro Maria Teresa, sempre più sola

    l piatto della vendetta ha il sapore delle linguine al pesto.

  • Dimesso da centro oncologico, muore in un incidente: indagata la figlia
    Notizie
    notizie.it

    Dimesso da centro oncologico, muore in un incidente: indagata la figlia

    Muore dopo essere stato dimesso da un centro oncologico, indagate la figlia, un camionista e una 23enne statunitense.

  • Per combattere il virus la Cina si affida all'uomo che sfidò la Sars
    Notizie
    AGI

    Per combattere il virus la Cina si affida all'uomo che sfidò la Sars

    Fu il volto cinese della lotta alla Sars nel 2003, quando "osò parlare" per sconfiggere l'epidemia che uccise oltre settecento persone, e oggi la Cina riversa su di lui le speranze per sconfiggere un altro focolaio di infezione, quello della polmonite diffusasi da Wuhan, nella Cina interna. Zhong Nanshan, lo pneumologo che per primo ha riconosciuto lunedì scorso davanti alle telecamere dell'emittente statale Cctv che il nuovo coronavirus è trasmissibile da uomo a uomo è oggi a capo della squadra di scienziati della Commissione Nazionale di Sanità che sta indagando sul rischio di contagio.Zhong è considerato un esempio di integrità in Cina, per i suoi sforzi contro la Sars, identificata per primo dal medico italiano dell'Organizzazione Mondiale della Sanità Carlo Urbani. "A che serve essere i numeri uno al mondo per prodotto interno lordo, se mangiare, bere e respirare sono a rischio?". Queste le sue parole nel 2003 all'emittente televisiva nazionale cinese, e nei giorni scorsi, dopo che il presidente cinese, Xi Jinping, ha ordinato tutti gli sforzi possibili per arginare l'infezione, a 83 anni, Zhong è tornato sotto i riflettori.Oltre a dare la conferma della trasmissione del virus da uomo a uomo, lunedì scorso lo pneumologo cinese ha anche difeso gli sforzi del governo e dell'amministrazione di Wuhan nel contrasto al coronavirus, e aveva lanciato un avvertimento. "Dobbiamo prestare un'attenzione speciale agli ospedali", aveva detto, "per evitare che cadano nella trasmissione tra umani e per evitare che diventino luoghi di diffusione del virus", come poi è avvenuto con quindici casi di personale di una struttura ospedaliera di Wuhan.Il primo successo del suo nuovo ruolo e del team di cui è a capo sarà legato a quella che definisce la "fase tre": le prime due si sono ormai verificate - la trasmissione da animale a uomo e da uomo a uomo - ha detto. "Saremo nella fase tre quando avremo un chiaro diffusore del virus".

  • Abarth 695 SS, quella del 1966 all’asta (e potrebbe fare il record)
    Notizie
    motor1

    Abarth 695 SS, quella del 1966 all’asta (e potrebbe fare il record)

    Potrebbe diventare la 695 più cara del mondo, sempre che l’asta di Sothesby’s possa trovare un compratore

  • Giulia De Lellis ai fan: “Non ci deve fermare l’acne sulla faccia”
    Notizie
    notizie.it

    Giulia De Lellis ai fan: “Non ci deve fermare l’acne sulla faccia”

    Giulia De Lellis non ha nascosto ai fan i propri problemi d'acne e ha svelato loro gli stratagemmi che avrebbe trovato per curarla.

  • Bambino di 5 anni precipita dal balcone del primo piano: è gravissimo
    Notizie
    notizie.it

    Bambino di 5 anni precipita dal balcone del primo piano: è gravissimo

    Un bambino di 5 anni è caduto dal balcone del primo piano di una palazzina a Gallarate: le sue condizioni sarebbero critiche.

  • Regina Elisabetta cancella tè all’ultimo minuto: sudditi preoccupati
    Notizie
    notizie.it

    Regina Elisabetta cancella tè all’ultimo minuto: sudditi preoccupati

    La Regina Elisabetta ha cancellato un appuntamento all'ultimo minuto in quanto non si sarebbe sentita bene

  • Fortissima scossa di terremoto in Algeria: magnitudo pari a 5.0
    Notizie
    notizie.it

    Fortissima scossa di terremoto in Algeria: magnitudo pari a 5.0

    Nella mattinata di venerdì 24 gennaio si è verificato un fortissimo terremoto nel nord dell'Algeria: la scossa aveva magnitudo pari a 5.0.

  • Terremoto in Turchia, forte scossa di 6.8 in Anatolia
    Notizie
    HuffPost Italia

    Terremoto in Turchia, forte scossa di 6.8 in Anatolia

    Una forte scossa di terremoto - 6,8 della scala Richter - ha colpito l'Estdella Turchia.