Doppio attentato in Sardegna

webinfo@adnkronos.com

Doppio attentato nel cuore della notte in Sardegna. A Cardedu (Nu), è stata incendiata l'auto in uso al sindaco del paese ogliastrino, Matteo Piras. Erano da poco passate le 3 di stanotte quando una telefonata al 112 della Compagnia di Jerzu ha dato l’allarme. Sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri e i vigili del fuoco che hanno domato le fiamme, ma l’auto è andata completamente distrutta. Nessun dubbio sulla natura dolosa. I carabinieri hanno avviato le indagini.  

Sempre di notte, in provincia di Nuoro, un altro attentato è stato compiuto contro la sede del Pd di Dorgali. Poco dopo le 2 si è udita una forte deflagrazione, dovuta probabilmente all'esplosione, secondo le prime valutazioni degli inquirenti, di una bombola di gas da campeggio azionata da un innesco. I danni sarebbero ingenti. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco e polizia."Se fosse confermato l'atto doloso ci troveremmo ancora di fronte ad un gravissimo attacco ad un circolo del Pd, a Dorgali. Massima vicinanza ai nostri iscritti. Chiediamo di fare piena luce su questa ennesima intimidazione. Sicurezza vuol dire prevenire la violenza, non avvelenare i pozzi come avviene ormai di frequente. Al Sindaco di Cardedu va la nostra solidarietà per il gravissimo gesto intimidatorio", scrive in una nota il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.